Tempo di lettura: 2 minuti

Crema, Cremona. Un viaggio virtuale e particolare per sorridere insieme in un Natale diverso. È questa l’ultima proposta dell’associazione Mai stati sulla luna. Si terrà venerdì 18 dicembre alle ore 21 la terza edizione di ‘Un mondo di risate’ con i comici Debora Villa, Rossana Mola, Rafael Andres Didoni ed Elianto. L’evento sarà disponibile in streaming per 48 ore. Per ottenere il link di accesso allo spettacolo si può scrivere una mail a [email protected]. È richiesta una donazione minima di 10 euro.

L’atmosfera natalizia si respira. Ecco perché l’associazione cremasca ha voluto proporre uno spettacolo sulla Luna, tutto da ridere.  In questo periodo, più che mai – spiega la presidente Beatrice Schacher – c’è bisogno di ottimismo e spensieratezza. Quello con ‘Un mondo di risate’ è un appuntamento fisso da ormai tre anni. Consente di fare del bene, sostenendo i progetti della nostra associazione a favore di bambini e ragazzi con disturbi dello spettro autistico. L’obiettivo resta quello di “offrire ai nostri sostenitori un momento di divertimento”. Può essere anche “un dono alternativo per un Natale diverso”. “La situazione è complessa, ma il nostro intento è di portare un sorriso nelle case delle persone che vorranno partecipare a questa bella iniziativa ed essere così al nostro fianco”.

L’attività di Mai stati sulla luna, in questo secondo periodo di emergenza sanitaria, non si è fermata. Ad oggi continuano gli appuntamenti di Tempo diverso, il progetto pensato per offrire momenti di svago nel fine settimana ai ragazzi con disabilità e attimi di sollievo alle famiglie. “Il progetto – continua Schacher –attualmente si svolge presso la Casa del pellegrino in microgruppi o in esterno”. Proseguono anche le attività individualizzate al domicilio di Passi a casa e le sessioni online di parent training, “un sostegno indispensabile per le famiglie”, condotto dalla psicopedagogista clinica Enza Crivelli. Ma “tante altre attività sono ancora in cantiere. Sosteneteci, ché non c’è mai un momento sbagliato per donare”.