Tempo di lettura: 2 minuti

Milano – Il grande ensemble dell’Orchestra Jazz del Conservatorio G. Verdi di Milano guidati dal Maestro Pino Jodice, con ospite il trombettista di fama internazionale Paolo Fresu, si esibirà al Teatro Vermer di Milano per il tradizionale Concerto di Natale a sostegno dell’Opera di San Francesco per i Poveri, celebrando uno dei più grandi geni della musica Jazz: Miles Davis. Mercoledì 20 dicembre alle ore 20.30.

La serata, dal titolo “Tribute to Miles“, proporrà l’intero album capolavoro “Kind of Blue“, tra i dischi di jazz più noti e amati di tutti i tempi. Non sarà una mera esecuzione dall’originale, ma una vera e propria rivisitazione. Gli arrangiamenti curati da Pino Jodice, infatti, sono una rielaborazione per big band dei brani dell’opera, nella loro sequenza originale e completa.

Accanto all’esecuzione dei cinque pezzi che compongono questa pietra miliare della musica – “So What”, “Freddie Freeloader”, “Blue in green”, “All blues”, “Flamenco Sketches” – la Verdi Jazz Orchesta e il poliedrico Paolo Fresu interpreteranno alcuni brani della sfera più intima e sperimentale di Davis, come “Tutu” e “What it is”. Ci sarà inoltre un omaggio a Fresu da parte di Pino Jodice con una sua composizione dedicata alla Sardegna (terra nativa del trombettista) e un arrangiamento del brano “Inno alla vita”.

Un concerto esclusivo, inserito all’interno della stagione 2017/18 di “Serate Musicali“, che permetterà al pubblico di festeggiare il Natale all’insegna della grande musica d’autore e, al contempo, di tendere la mano alle persone più svantaggiate.

L’intero ricavato della serata, infatti, andrà a sostegno di Opera San Francesco per i Poveri per supportare il quotidiano impegno della onlus a favore di chi è emarginato e non possiede nulla. Mediamente ogni anno l’OSF accoglie oltre 25 mila persone offrendo loro più di 2.300 pasti ogni giorno alle sue mense di Corso Concordia e Piazzale Velasquez a Milano, erogando 264 docce, barbe e pediluvi al servizio docce, e consentendo 140 visite mediche al poliambulatorio.

L’Opera San Francesco per i Poveri, fondata nel 1959 dai Frati Cappuccini di Viale Piave a Milano, offre ai poveri assistenza gratuita e accoglienza. Oltre a soddisfare bisogni primari e reali di persone in grave difficoltà dà loro ascolto e protezione. Il fine di OSF è anche quello di promuovere ogni giorno di più, la dignità dell’uomo. Da ciò derivano alcune caratteristiche che accomunano la mensa, le docce, l’ambulatorio medico e tutti gli altri servizi: sono continuativi, sono completamente gratuiti, sono inseriti in un’ottica di miglioramento continuo, funzionano con professionalità, sono garantiti da operatori e volontari che lavorano con passione e amore, rappresentano un punto di riferimento per tutti, senza distinzioni.