Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. Un ciclo di conferenze che indaga sul “nuovo alfabeto della politica” inaugura la stagione 2018-2019 dell’Associazione culturale Colori e Sapori, in collaborazione con CGIL Camera del Lavoro di Brescia, Fondazione DS Brescia e Nuova Libreria Rinascita.

Il Circolo Arci da sempre attivo nell’organizzazione di incontri, corsi di filosofia, letteratura, musica, storia dell’arte, pronto ad aderire a iniziative promosse sul territorio da realtà con cui si condividono valori e finalità.

Colori e Sapori da tempo si interroga al proprio interno sul “vocabolario della cultura”: quale significato assumono, oggi, parole che forse hanno mutato nel corso del tempo valore semantico, potenza evocativa, capacità di fare del proprio senso un punto di riferimento sociale, politico e culturale, di essere già di per sé indicatori di concetti condivisi? 

Ecco il bisogno di interrogarsi e di aprirsi a riflessioni che mettano al centro un “alfabeto della politica” adeguato al presente, al nostro “qui ed ora”, per cercare di comprendere e approfondire un lessico di cui forse ci stanno sfuggendo le complesse polisemie.

E allora, per esempio: cosa intendiamo quando parliamo di Europa? Un’organizzazione internazionale, politica ed economica? Un’Unione di Stati accomunati non solo da fattori economici e geopolitici, ma anche storici e culturali? Si riconosce maggiormente in trattati UE o anche in valori condivisi? Rappresenta ancora il sogno di una Grande Europa o si tratta ormai di un insieme di Piccole Patrie delimitate da muri e confini?

E poi: come interpretare le trasformazioni che si sono succedute e succedono nel mondo del lavoro ? Quali cambiamenti sta apportando la stagione della rivoluzione digitale, che stiamo attualmente attraversando? Questa, che cosa muta nell’organizzazione del lavoro, a livello economico e nella relazioni umane e sociali? Quali i miglioramenti, i peggioramenti, i rischi?

E ancora: dove, come e perché dentro e fuori dal nostro territorio si stanno estendendo a macchia d’olio le disuguaglianze sociali ? Quale il nesso fra precarizzazione del lavoro e degrado sociale? Che cosa intendiamo per povertà e chi sono, oggi, i poveri? Come si pongono e come agiscono i governi dei Paesi occidentali rispetto alla povertà? E rispetto ai poveri?

E quindi: come declinare la parola democrazia  per darle sostanza partecipativa? La democrazia diretta è ancora da intendersi come la forma più corretta e alta della partecipazione sociale? La democrazia delegata e quella digitale sono delle reali nuove forme di partecipazione? Concorrono nella costruzione dei populismi, i quali sostituiscono la forma-partito con movimenti che abbandonano il principio di realtà, e, facendo leva sul vuoto, cavalcano piuttosto ansie e paure individuali e collettive?

E infine: destra e sinistra sono ormai delle categorie superate? I sistemi ideologici e valoriali che contraddistinguevano due fondamentali componenti della politica esistono ancora e costituiscono dei reali punti di riferimento? Stiamo navigando in un mare neutro, scevro da ideologie? E la diade destra-sinistra da che cosa sarebbe sostituita?

Questi sono alcuni degli interrogativi al fuoco, per cercare di rispondere ai quali Colori e Sapori ha organizzato un ciclo di incontri con esperti e relatori qualificati, che si terranno, sempre alle 20.30, il 22 e il 30 ottobre, presso il Salone Buozzi, CGIL, in via Fratelli Folonari, a Brescia, e il 6, 13 e 20 novembre presso la Nuova Libreria Rinascita, in via della Posta 7, a Brescia.

L’ingresso alle conferenze è libero.

Il programma:

lunedì 22 ottobre ore 20.30: Grande  Europa, Piccole Patrie?  – Interviene Monica Frassoni   in dialogo con Marco Traversari e Franco Valenti –  Salone Buozzi, CGIL, Via F.lli Folonari– Brescia

martedì 30 ottobre ore 20.30:  Il lavoro nella stagione della rivoluzione digitale – Intervengono Sergio Albertini e  Alessio Gramolati  In dialogo  con  Silvia Spera  – Salone Buozzi, CGIL, Via F.lli Folonari– Brescia

 martedì 6 novembre ore 20.30:  La colpa di essere poveri – Numero monografico  della rivista Zona Letteraria: studi e prove di letteratura sociale – Interventi di Riccardo Burgazzi e Giuseppe Ciarallo   In dialogo con Daniela Padoan –  Nuova Libreria Rinascita, Via della Posta, 7-Brescia

martedì 13 novembre ore 20.30: Democrazia delegata,  diretta, digitale:  vecchie e nuove forme della  partecipazione –  Interviene Leonardo Bianchi  in dialogo con Mauro Baioni –   Nuova Libreria Rinascita, Via dellaPosta, 7-Brescia

martedì 20  novembre ore 20.30: Destra e Sinistra  categorie superate?-  Interviene Giulio Marcon in dialogo con Flavio Piardi – Nuova Libreria Rinascita, Via della Posta, 7-Brescia

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *