Brescia. Dal diario di un medico in un ospedale di trincea, la Poliambulanza di Brescia, nei mesi della pandemia ne esce un libro: “Un ospedale in trincea. Diario dalla pandemia”, di Renzo Rozzini. Il libro è stato presentato mercoledì 21 ottobre da  Renzo Rozzini, medico e autore del libro, l’assessore alla Pubblica Istruzione Fabio Capra e il giornalista e scrittore Tonino Zana.

«In queste pagine ho provato a mettere in ordine, per quanto possibile, gli appunti che ogni sera ho scritto nei mesi di marzo e aprile 2020, i mesi del «Covid-19», quando l’onda epidemica dell’infezione da nuovo coronavirus SARS-CoV-2 ha raggiunto il mio ospedale. Ho scritto ogni giorno, a casa, la sera tardi, spinto dalla necessità, e dopo giornate faticose quasi sempre dolorose. Ho scritto per far sedimentare i numerosi pensieri della giornata, obbedendo all’urgenza di inserirli in un contesto e di trovar loro la dignità di un senso. Ho scritto anche per testimoniare. Le poche informazioni dal mondo fuori che durante quei mesi intercettavo mi restituivano pochezza di affermazioni e il sempre più radicato sospetto che fuori si sapesse ben poco di quel che stava accadendo dentro».

Renzo Rozzini, medico, lavora presso la Fondazione Poliambulanza – Istituto Ospedaliero di Brescia. Si è sempre occupato di invecchiamento. È coautore di 22 libri scientifici e di divulgazione medica e di più di 200 pubblicazioni indicizzate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome