Tempo di lettura: 1 minuto

Verona – Il 29 e 30 ottobre, i volontari della Associazione papa Giovanni XXIII saranno in 1000 piazze italiane: in cambio di un’offerta libera verrà consegnato un pacco di 100 grammi circa, una porzione, il pasto di un giorno per chi ne ha bisogno.

Così  Apg23 potrà continuare a garantire aiuto alle oltre 41mila persone in difficoltà, quelle che ogni giorno fa sedere a tavola nelle oltre 600 realtà di accoglienza (case famiglia, case di accoglienza per senza fissa dimora, centri nutrizionali) dislocate in 38 paesi del mondo.

In cambio di un’offerta libera verrà anche consegnato un piccolo “ricettario antispreco”, con piatti sfiziosi da realizzare utilizzando ingredienti che, solitamente, vengono scartati, un modo per educare al consumo responsabile partendo dalle nostre abitudini in cucina.

L’appuntamento è importante perchè anche attraverso il cibo, diritto fondamentale, si realizza la dignità dell’uomo – sottlinea Giovanni Ramonda, responsabile generale della APG23.

Il ‘pacco di pasta’, dunque, sarà proprio simbolo di un nuovo patto sociale, che consente di accrescere se stessi aiutando gli altri, per affermare il concetto di diritto al cibo”.

I volontari della Apg23 saranno a Verona e in provincia con oltre 25 postazioni.
Le piazze in cui saranno presenti i volontari.

CONDIVIDI
Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *