Reggio Emilia – Creare occasioni di socialità per i ragazzi con disabilità e allo stesso tempo offrire alle loro famiglie momenti di sollievo dall’attività di assistenza dei figli.

È l’obiettivo di “Un sabato tutto per me”, l’iniziativa organizzata nell’ambito del progetto Reggio Emilia città senza barriere che prenderà il via il 24 febbraio e proseguirà il 24 marzo, il 21 aprile e il 19 maggio.

“Se i ragazzi potranno trascorrere un sabato con gli amici, all’insegna dello svago tra laboratori, musica e nuovi incontri in un contesto inclusivo e accogliente, i genitori potranno, per qualche ora, riprendersi il proprio tempo, il tempo per se stessi, per ricaricare le batterie, per dedicarsi ai propri interessi e ricordarsi di essere individui e non solo mamme e papà”, spiegano i promotori.

Gli incontri si svolgeranno alla Polveriera per gruppi di circa 10 ragazzi, le attività del pomeriggio e i laboratori saranno curati dall’associazione Indaco mentre nei momenti di svago serali saranno presenti 3 volontari per gruppo.

Le giornate sono articolate in 2 momenti diversi divisi per fasce di età: il gruppo adolescenti (11-14 anni) dalle 17 alle 21 e il gruppo giovani adulti (15-20 anni) dalle 19 alle 23. Alle famiglie è richiesto un rimborso spese di 20 euro per attività, materiali e cena.