Valle Camonica (Brescia) – Sabato 12 e domenica 13 agosto in Valle Camonica si torna a parlare di “Castelli d’Aria – gli Organi della Valle si raccontano“, la rassegna organizzata dal Distretto Culturale e dalle parrocchie del territorio con la direzione artistica di Gianluca Chiminelli, per tracciare inediti percorsi alla scoperta del patrimonio organario della Valle dei Segni.

Dopo due eventi (il 2 luglio al Santuario della Madonna del Monte di Gianico col Settimino Italiano della Scala ed Enrico Viccardi e il 5 agosto a Darfo Boario Terme nella bottega del restauratore d’Organi Chiminelli) che hanno riscosso grande successo e consensi, ci si prepara al gradito ritorno in Valle Camonica della musicista polacca Kaczor, acclamata organista di fama internazionale.

Saranno ben due le occasioni in cui sarà possibile sentire la musica di Maria Magdalena Kaczor: a Incudine sabato 12  con il Crowdfunding al capezzale dell’Organo “malato”, e a Breno domenica 13 agosto nel concerto Maria Magdalena Kaczor all’Organo della Chiesa di San Maurizio, in due situazioni tra loro molto differenti, come ci ha abituati finora Castelli d’Aria.

Sabato 12 agosto alle 20.45 l’appuntamento è alla Chiesa di San Maurizio a Incudine, dove il vero protagonista sarà l’Organo qui custodito: uno strumento di rara bellezza, ma bisognoso di un radicale intervento di restauro. L’occasione sarà quella di aiutare il locale gruppo ANA a sensibilizzare a dovere gli abitanti del territorio e i turisti che non mancano di popolare l’alta Valle Camonica in questo periodo, raccogliendo fondi per dare avvio ai lavori di restauro dello strumento. Nel corso della serata una video-proiezione mostrerà i danni dell’Organo e dove è necessario intervenire al più presto, mentre la virtuosa Kaczor incanterà il pubblico presente suonando un piccolo organo meccanico a tre registri portato a Incudine in esclusiva per questa serata.

Molto diversa sarà l’atmosfera del giorno successivo, domenica 13 agosto alle 20.45, quando Maria Magdalena Kaczor tornerà a sedersi di fronte all’Organo Chiminelli (2000-2002) custodito nella Chiesa di San Maurizio a Breno. Tornerà, perché nel 2014 l’artista, nel corso di un suo precedente passaggio in Valle Camonica, fu letteralmente acclamata in occasione di due date indimenticabili in cui il pubblico valligiano la coprì di applausi. Questa volta il programma prevede una selezione di Bach, Boehm, Mozart e Beethoven.

Ecco il programma:

  • J. S.Bach (1685-1750)
    Preludium Es-dur BWV 552
  • G. Boehm (1661-1733)
    Vater unser im Himmelreich
  • L. van Beethoven (1770-1827)
    Flüteuhr: Allegro non piu molto – Scherzo – Allegro
  • W. A. Mozart (1756-1791)
    Andante F Dur für eine Orgelwalze
  • L. van Beethoven (1770-1827)
    Trio’s für Orgel: Moderato – Adagio – Allegretto – Fuga
  • J. S. Bach (1685-1750)
    Ich ruf zu dir, Herr Jesu Christ BWV 639
  • J. S. Bach
    Fuga Es-dur BWV 552

Nata in Polonia nel 1980, Maria Magdalena Kaczor scopre la musica all’età di sette anni, quando inizia ad avvicinarsi allo studio del piano. In seguito si perfeziona in direzione di coro e d’orchestra, in improvvisazione, in musica da camera e con lezioni di canto. Nel 2004 ottiene il diploma di formazione superiore in pianoforte e l’abilitazione di insegnante professionale di piano.

Dopo aver frequentato un corso di interpretazione per musica d’Organo, riceve la proposta di proseguire i suoi studi in Francia. Entra quindi nella classe d’Organo di Françoise Dornier al Conservatorio Gabriel Fauré di Parigi e nel 2008 ottiene il DEM (Diploma di Studi Musicali) al Conservatorio Nazionale della Regione di Parigi. In seguito viene ammessa all’unanimità come studente al Conservatorio Nazionale Superiore di Musica e Danza di Lione (Francia) dove ottiene il suo «Prix d’Orgue» con il massimo dei voti. In parallelo, tra l’aprile del 2011 e il marzo del 2012, studia alla Hochschule für Musik und Theater ad Amburgo (Germania) nelle due classi di Organo. Tra il 2015 e il 2017 si perfeziona nell’ambito della Zertificatsstudium Masterclass presso la Hochschule für Musik und Theater di Monaco, nella classe di B. Haas.

Nel corso della stagione 2012/2013 Maria Magdalena Kaczor è nominata organista in residenza alla «Kitara Concert Hall» di Sapporo (Giappone), dove suona come solista, così come in ensemble di musica da camera, sotto la guida dei direttori d’orchestra delle più importanti sale per concerti giapponesi.
Maria Magdalena Kaczor ha ottenuto molteplici borse di studio sia in Polonia che in Francia.

Nel settembre del 2011 ha vinto il 2° Premio (il 1° quell’anno non è stato assegnato) al Concorso Internazionale per Organo «Hermann Schroeder» a Trèves (Germania). Fino ad oggi ha registrato tre dischi che la critica ha definito „magnificamente ben riusciti”, di cui il primo – „Esprit des lumieres volantes” – in Giappone e gli altri due in Germania. Il suo lavoro „Beethoven – organ perspectives” è stato insignito del premio della critica Preise der Deutsche Schallplatten Kritik nel 2015. Maria Magdalena Kaczor ha suonato e continua a suonare in numerosi festival e rassegne in Belgio, Germania, Giappone, Francia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svizzera.