Tempo di lettura: 2 minuti

Castagnaro (Verona) – Sabato 6 giugno, per le vie del paese si festeggia il considerevole traguardo dei 150 anni di attività della Banda Filarmonica. Una mostra, concerti e saggi sono solo alcune delle proposte di intrattenimento che scandiscono l’intera giornata.

Ore 9.00: Inaugurazione della Mostra sui 150 anni di storia della Banda Filarmonica di Castagnaro nella Sala Civica di via Stazione
Ore 9.30: Presentazione del libro sulla banda a cura di Francesco Occhi
Ore 10.00: Concerto dei Giovani Musicisti dell’Istituto Comprensivo di Castagnaro e Villa Bartolomea
Ore 16.00: Concerto della G. Baiocco Junior Band
Ore 17.00: Saggio musicale della Scuola Allievi Banda Filarmonica
Ore 19.00: Sfilata delle bande musicali di Villadose, Vago di Lavagno e Castagnaro, accompagnata dal gruppo Majorettes “San Giovanni Bosco”
Ore 20.00: Apertura stand gastronomico
Ore 21.00: Saluto delle Autorità
Ore 21.15: Concerto delle singole bande e gran finale con i corpi bandistici riuniti.

La Società Filarmonica di Castagnaro in seguito denominata “Banda Filarmonica”, venne fondata il 28 Novembre del 1865 per merito di Don Marco Prando, parroco sensibile e facoltoso.

Composta da un organico ben nutrito e diretta da Maestri di grande valore, la Banda fece ben presto conoscere il suo nome; cominciò a collezionare successi in vari concorsi:
1889 ad Adria, nel 1895 a Verona, nel 1899 a Legnago, nel 1907 a Treviso, nel 1908 a Ferrara e il 26 Maggio 1912 si classificò prima al concorso internazionale di Bande a Parigi ricevendo una medaglia d’oro, sotto la direzione dell’insigne M° Ferruccio Cusinati.
Il primo conflitto mondiale non fermò l’attività e il 13-14 giugno 1935 la Banda ottenne il 1° premio a Trieste.

Ben più gravi furono le ripercussioni della seconda guerra mondiale, che lasciò alle spalle un periodo di onori e glorie; il M° Cusinati avviò la ricostruzione e la Banda ricominciò a regalare la sua sensibilità artistica a piazze vicine e lontane.
L’attuale complesso Bandistico, diretto dal prof. Massimiliano Negri, giovane studioso e ricco di sensibilità musicale, ha brillantemente saputo stimolare la ripresa, continuando ad infondere negli animi una nobile realtà di musica, espressione di grandi valori.

CONDIVIDI
Redazione di Popolis
Ci trovate a Leno, in piazza Dominato Leonense. Venite a trovarci. Per contattarci scrivete a: info@popolis.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *