a cura di Massimiliano Mino

Gardone Val Trompia (Brescia) – Tante emozioni e progetti importanti nel pomeriggio del 14 maggio alla Scuola Primaria Andersen di Gardone Val Trompia, dove vive ormai da almeno 40 anni una comunità di genitori, maestri, bambini e istituzioni che collaborano per creare valore comune e progetti educativi per gli alunni della scuola.

Alle 16.00, dopo il saluto del Sindaco Pierangelo Lancellotti, sono state presentate le azioni e gli aiuti portati alle popolazioni di Amatrice e Norcia da Ivana Sanzogni e Roberta Bertarini intervenute in rappresentanza del Comitato Spiedo Solidale composto da Scuola Primaria Andersen, Associazione AndersenFest, Oratorio San Giovanni Bosco e Lumezzane San Sebastiano, Alpini Sarezzo e Lumezzane e Gaim.

Sono state proiettate le immagini dei danni subiti dalle città e quelle delle carovane di aiuti inviati dal comitato. Gli alunni della Scuola Andersen a Pasqua hanno rinunciato a decine di uova di Pasqua per donarle ai bambini di Norcia e Amatrice. Questo gesto molto bello e significativo viene rivissuto dai bambini che vedono la consegna delle uova.

Ha fatto seguito il momento della proiezione del video dei ciceroni e della loro premiazione. Gli alunni della scuola Andersen da anni fanno da “guide” e raccontano la storia del Convento di Santa Maria degli Angeli. I ciceroni sono i cantori della storia del chiostro, dei frati e della Basilica. Nel dicembre 2015 la Parrocchia San Marco, Comune Gardone, scuola, associazione Andersen e Comunità Montana hanno siglato un accordo di adozione del chiostro. E’ stata la formalizzazione di un impegno decennale di maestri, genitori e alunni che con affetto vivono e studiano nel chiostro.

Lo scorso aprile, dopo mesi di riprese e lavoro, viene prodotto un video, montato dall’amico Carlo Rovati, dei Ciceroni che raccontano il Convento. Il video dei nostri Ciceroni – Beatrice Mino, Mattia Cro, Guerini Aurora, Federico Lancellotti, Miriam Sbeiti e Dibbo Majumder – è stato mandato alla Fondazione Napoli 99 che ha indetto, con il Ministero dell’istruzione, un bando per le scuole che adottano dei monumenti. La scuola è in attesa dell’esito del bando.

Il terzo momento della giornata è stata la consegna dei proventi della Festa della Solidarietà 2017 dello scorso Natale e che come tutti gli anni si tiene al Convento con musiche e canti natalizi dei bambini e bancarelle varie. L’impegno di scuola e associazione e di sostenere per 3 anni (questo è il secondo) la ricerca sul cancro dell’apparato digestivo del Prof. Gianluca Baiocchi e dell’associazione nata per raccogliere i fond, RicerChiAmo. Era presente la presidente Paola Masserdotti che ha ritirato un assegno di 1000 euro e ha illustrato i progetti dell’associazione.

Si è quindi passatial momento clou della giornata spostandosi al chiostro del convento per l’inaugurazione della terza Città dei bambini.

Il tutor e ideatore del progetto è Giancarlo Casanova dell’associazione Saltabanco e il progetto quest’anno è stato finanziato da Fondazione della Comunità Bresciana e da Cassa Padana Bcc. Hanno portato i loro saluti il Dott. Guizzi per la Fondazione e Angelo Rivaroli per Cassa Padana.

Si tratta di un progetto significativo per le istituzioni. Per Cassa Padana è il terzo anno di sostegno. Molti sono infatti i valori fondanti del credito cooperativo che si ritrovano nel progetto: partecipazione e cittadinanza attiva, senso civico, educazione risparmio, ecc. Anche Clara Ricci, vice presidente di Comunità Montana di Valle Trompia ha sottolineato l’importanza educativa e civica del progetto .

Casonova ha illustrato il progetto della città.Un progetto che dura tutto l’anno scolastico e coinvolge 44 bambini delle classi quarte dell’Andersen: educazione civica, partecipazione, cittadinanza attiva. I bambini già da settembre ragionano di come vada organizzata una città; quali sono le regole che la governano (non si ruba, non si spreca, non si rompe, non si urla). E coniano anche la valuta che quest’anno hanno chiamato BIG Money.

Strutturata la città si passa alle candidature e ai programmi: i bimbi sono guidati a valutare la bontà e validità dei programmi e dei progetti del candidato e dei suoi assessori.

Eletto il sindaco, gli assessori si dividono i compiti: chi fa il bancario, il farmacista , l’operaio, i poliziotti che fanno rispettare le regole e il municipio. Dopo il saluto del Parroco Don Aldo Rinaldi tutti a fare la carta d’identità su cui oltre ai dati anagrafici vengono scritte le regole, le multe e le ore lavorate. Il lavoro è elemento cruciale: ognuno deve fare la sua parte.

La città è stata aperta al chiostro fino a venerdi 18 maggio. Nelle prossime settimane Sindaco, assessori e bambini della città sono attesi in Consiglio Comunale nella sala consiliare di Palazzo Chinelli Rampinelli per un Consiglio Comunale congiunto.

Ringraziamo i bambini per l’impegno e la responsabilità con cui vivono questo progetto e abbracciamo con affetto Giancarlo e i nostri maestri per la loro dedizione e il loro esempio.

Ne ha parlato anche il telegiornale di TeleTutto.

Il servizio televisivo.