La “Croce è Azzurra” a Travagliato (Brescia). L’emblema, altrove graficamente tradotto, invece, in una mezza luna, ma allo stesso modo dedicato alle necessità di aiuto nella sofferenza, sorvola, qui, la storica accezione rossa ed anche quella tradizionale bianca, per esprimere, nel medesimo settore, rispetto al pure praticato verde o giallo, il colore su campo azzurro, in una ormai propria acquisita definizione, comunque condivisa, in certe altre lontane località, in una pari dedicazione.

Con il ventisette di settembre, si chiude, per l’edizione del 2019, la rosa delle serate di presentazione di una sua attesa e duplice iniziativa di formazione. L’appuntamento è alle ore 20.30 nella sala Nicolini, annessa al palazzo municipale, lungo la via Marconi del centro storico di Travagliato. Ingresso, naturalmente, libero e gratuito, per questa opportunità di una sommaria panoramica affacciata ai contenuti del corso di Primo Soccorso, sia nella versione di 42 ore che di quella, invece, comprensiva, fra l’altro, di un tirocino, di 78 ore.

Gratuito anche il corso stesso organizzato da questa Onlus che, per la proposta di maggior durata, in un impegno orario ulteriormente valorizzato da un personale coinvolgimento effettivo, è significativo del rilascio della “certificazione regionale soccorritore esecutore”, quale qualificazione finale, utile a prestare opera di volontariato negli interventi sottoposti alle esigenze di una formale e di una certificata preparazione da parte degli addetti preposti alle operazioni di primo soccorso.

Dopo le rispettive presentazioni, avvenute nel corso di settembre, nelle località confinanti di Castegnato, di Berlingo e di Torbole Casaglia, i militi della Croce Azzurra concludono, con Travagliato, il breve ciclo della divulgazione di questa loro proposta formativa, prevista, nel prosieguo del suo effettivo svolgersi, presso la sede del sodalizio azzurro crociato, al civico 76 di via Napoleone, con una serie di lezioni sia a livello teorico che sul piano pratico, in calendario nelle giornate di lunedì e di mercoledì, a far data da lunedì 30 settembre.

Il corso, articolato in 42 ore, fornisce nozioni di base sulla “rilevazione e valutazione dei parametri vitali, trattamento di traumi e ferite, tecniche di immobilizzazione, rianimazione cardio-polmonare (RCP), disostruzione delle vie aeree ed utilizzo del defibrillatore semiautomatico (DAE)”, mentre, frequentandolo, per le 78 ore da programma, tale supplemento di impegno consta di “approfondimenti su emergenze mediche, traumatiche pediatriche; simulazioni pratiche su scenari ed uso dei presidi di immobilizzazione; rianimazione (BSLD) in emergenza; tirocinio attivo sulle ambulanze 118; certificazione regionale Soccorritore esecutore”.