Brescia. Una comune riflessione ebraica e cristiana offre molte possibilità di incontro, di scambio, di crescita comune, sono i temi dell’incontro di martedì 17 gennaio alle 20,45 nella sala Bevilacqua di via Pace n.10 a Brescia, lo studioso Vittorio Robiati Bendaud, coordinatore della Fondazione Maimonide, interverrà per illustrare il Libro di Ruth.

Questo libro della Bibbia, scelto congiuntamente dall’Assemblea dei Rabbini d’Italia e dalla Commissione Episcopale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, è il tema della XXVIII Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei. L’incontro è promosso da Ufficio diocesano per l’ecumenismo, Padri della Pace e Cooperativa Cattolico-democratica di Cultura (Ccdc).Vittorio Robiati Bendaud

Vittorio Robiati Bendaud (1983). Laureato in Filosofia, da numerosi anni collabora con il Prof. Rav Giuseppe Laras, Presidente del Tribunale Rabbinico del Centro Nord Italia. Impegnato fattivamente a più livelli nel dialogo ebraico-cristiano, oltre ad attività di docenza e di rappresentanza coordina il Tribunale Rabbinico.

Cooordina le attività culturali della Fondazione Maimonide e fa parte del Comitato Scientifico dell’iniziativa “dialoghi a due voci” ed è Segretario del Consiglio direttivo dell’Amicizia ebraico-cristiana di Milano “Carlo Maria Martini”. Da circa un decennio è attivo nel dialogo interculturale ebraico-cristiano.