Tempo di lettura: 3 minuti

Crema (CR) – Una Green Up Crema versione penelope crea e disfa ma alla fine supera con qualche difficoltà una mai doma Rimadesio con il punteggio finale di 81 a 72, e grazie a questo risultato raggiunge la finale dove domenica 19 settembre al PalaRadi in una sorta di antipasto di campionato affronterà la Ju.Vi. Ferraroni Cremona che nell’altra semifinale si è sbarazzata in maniera agevole sul campo della Lissone Interni Bernareggio con il punteggio finale di 83 a 103. La vincente di questo match accederà alla final eight che si terrà dal 24 al 26 settembre a Lignano Sabbiadoro.

Per questa gara coach Ghizzinardi è costretto a rinunciare ancora una volta agli infortunati Seck e Konteh e schiera lo starting five composto da Ziviani, Venturoli, Esposito, Del Sorbo e Cernivani; mentre dall’altra parte coach Ghirelli che nel turno precedente si era imposto a sorpresa sul campo della Withu Bergamo risponde con Ivanaj, Giarelli, Vangelov, Leone e Sirakov. La gara vede un inizio equilibrato con le due formazioni che si alternano al comando grazie ai protagonisti di Venturoli (ancora una volta miglior realizzatore dei leoni indomabili) ed Ivanaj che nel 1° quarto mette a segno ben 13 punti con il 100% dal campo sui 21 totali di squadra ed il tempo si chiude con la Green Up avanti di una lunghezza sul punteggio di 22 a 21. Nel 2° periodo il copione non cambia Fabio Montanari e Venturoli spingono i rosaneri sul 31 a 23 con 2 tiri liberi di Bianconi, ma i brianzoli non mollano e con i tiri liberi di Vangelov e Sirakov si riporta a -4, poi si continua con Crema sempre avanti ma che non riesce ad allungare e si arriva così ai secondi conclusivi e l’ex Piadena Leone con una tripla manda le due squadre all’intervallo sul risultato di 39 a 36.

Il copione non cambia nemmeno al rientro dagli spogliatoi con le due formazioni sempre a braccetto, e solo nel finale 2 tiri liberi di Fabio Montanari ed una tripla di Bianconi spingono la Green Up a +8 sul punteggio di 64 a 56 al 30′. Negli ultimi 10 minuti Crema subisce l’ennesimo ritorno dei desiani e con l’ex Molteni la Rimadesio si riporta a 2 possessi sul punteggio di 66 a 62, costringendo coach Ghizzinardi al time out riparatore. Alla ripresa del gioco si scatena l’ex juvino Esposito che insieme a Venturoli piazzano l’allungo finale spingendo i padroni di casa a +13 mettendo la parola fine con qualche minuto di anticipo.

GREEN UP CREMA-RIMADESIO 81-72
PARZIALI: 22-21, 39-36, 64-56
GREEN UP CREMA: F.Montanari 16, Ziviani 7, Galvano n.e., L.Montanari n.e., Venturoli 26, Mercado Sanchez n.e., Esposito 13, Bianconi 6, D’Andrea 1, Del Sorbo 7, Sacchelli n.e., Cernivani 5. All.: Ghizzinardi.
Nessuno uscito per 5 falli.
RIMADESIO: Ivanaj 19, Pierchak, Gallazzi 4, Molteni 6, Gozo n.e., Giarelli 5, Di Giuliomaria 2, Vangelov 6, Nasini 2, Tamani, Leone 10, Sirakov 18. All.: Ghirelli.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Gurrera di Vigevano (PV) e Fusari di San Martino Siccomario (PV).