Pescarolo ed Uniti (Cremona) – In occasione della recente iniziativa degli “sgabei”, gli addetti ai lavori avevano detto “tutto fermo”. Però qualcosa si vociferava dietro le quinte e così, mettendo assieme la mancanza di soldi e il coronavirus, è arrivata la notizia ufficiale, Marco Quintavalla, da tre anni allenatore della squadra che ha partecipato al campionato dilettanti di seconda categoria di calcio, lascia il G.S. Pescarolo.

Un congedo avvenuto in ottimi rapporti tra le parti. Il Presidente Tenca e il D.S. Scodes hanno tenuto a precisare che Marco lavora a Piacenza, tre volte alla settimana veniva a Pescarolo, per gli allenamenti, per poi tornare a casa a Monticelli, un giro sul territorio non da poco e che meritava un adeguato compenso che però, causa il coronavirus e tutto quanto ne è seguito, la dirigenza non è più in grado di sostenere.  A tutto questo va anche collegato il fatto che, sembra, Marco abbia avuto proposte nel proprio territorio.

“A questo punto – precisa il D.S. Scosed – siamo alla ricerca di un sostituto, non sarà una cosa facile, ma una soluzione la troveremo. Certamente il coronavirus e le conseguenti restrizioni sanitarie stanno creando non pochi problemi, dispiacerebbe avere anche le dimissioni del Presidente Tenca, non disponibile a rischiare il penale di fronte alle restrizioni causate dal covid-19. Le iscrizioni sono entro il 23 luglio, se tutto si sistemerà. Il programma è di iniziare l’attività con due squadre, 2ª categoria e juniores, poi si vedrà cosa fare per i più piccoli”.

(In copertina un’immagine di repertorio)