Nella 6ª giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile girone Nord vittoria per entrambe le capoclassifica Parking Graf Crema e Delser Crich Udine. Le cremasche grazie ad un fenomenale 16 su 21 da 3 punti pari al 76% piegano nettamente in casa nel match di giornata la Autosped Castelnuovo Scrivia grazie ai 20 punti di Melchiori, mentre per le piemontesi non sono bastati i 17 punti di Madonna, unica ad aver chiuso in doppia cifra. Come detto a far eco alla squadra cremasca troviamo la pari classifica Delser Crich Udine (Peresson 24) che si impone ma a fatica sul campo del MantovAgricoltura San Giorgio 2000 (Llorente 17).

A breve distanza troviamo la Akronos Moncalieri (Cordola 19) che supera in casa la pericolante Edelweiss Albino (De Gianni 12) e stacca di altri 2 punti la Autosped Castelnuovo Scrivia sconfitta in quel di Crema e che a sua volta mantiene solo 2 punti di vantaggio su Vicenza che deve recuperare il match esterno sul campo della pericolante Alperia Bolzano. Alle spalle della compagine berica si fa minacciosa la coppia composta da Drain by Ecodem Alpo Villafranca e Il Ponte Casa d’Aste Sanga Milano. Le scaligere (Conte 19) vincono in rimonta grazie ad un parziale di 25 a 7 negli ultimi 10′ tra le mura amiche contro una positiva Blackiron Carugate (Diotti 15), mentre le lombarde (Beretta 16) superano anch’esse tra le mura amiche la Schiavon Ponzano Veneto (Zitkova 9).

Alle spalle della coppia veneto-lombarda troviamo la coppia composta da Sarcedo e MantovAgricoltura San Giorgio 2000; le vicentine (Viviani 29) top scorer di giornata si aggiudicano il derby sul campo del fanalino di coda Fanola San Martino di Lupari (Rosignoli 17), mentre le virgiliane sfiorano il colpaccio e cedono nel finale contro la capolista Delser Crich Udine. Leggermente staccata troviamo la Schiavon Ponzano Veneto superata in trasferta dalle milanesi de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano e che mantiene 2 punti di vantaggio sulla coppia composta da Alperia Bolzano che deve recuperare 2 partite e le bergamasche dell’Edelweiss Albino che devono recuperare il match con le altoatesine. In coda troviamo le milanesi della Blackiron Carugate che mantegono solo 2 punti di vantaggio sul Fanola San Martino di Lupari.

Crema (Cremona) – Una Parking Graf versione tsunami si impone nel match clou di giornata contro le piemontesi della Autosped Castelnuovo Scrivia con il netto punteggio finale di 84 a 53, e si mantiene in testa alla classifica a pari merito con la Delser Crich Udine, vincitrice a fatica sul non facile campo della MantovAgricoltura San Giorgio 2000.

Per questa gara antipasto della Final Eight di Coppa Italia, coach Stibiel deve rinunciare ancora una volta all’infortunata Cerri, mentre recupera Pappalardo e schiera lo starting five composto da Melchiori, Nori, Giulia Gatti, Rizzi e la stessa Pappalardo; mentre dall’altra parte coach Zara deve rinunciare alle infortunate Podrug e Valentina Gatti e risponde con D’Angelo, Madonna, Pavia, Colli e Francia.

La gara dopo l’iniziale canestro di D’Angelo vede la Parking Graf piazzare un parziale di 12 a 0 per involarsi sul 12 a 2 al 5′ con una tripla di Rizzi costringendo coach Zara al time out riparatore. Al rientro in campo Madonna riporta le ospiti a -6, ma nel finale 2 triple in rapida successione di capitan Caccialanza e Capoferri consentono alle padrone di casa di doppiare le piemontesi chiudendo il 1° periodo sul punteggio di 22 ad 11. Nella 2ª frazione continua il forcing della Parking Graf che segna da ogni posizione ed incrementa seppur di poco il proprio vantaggio andando al riposo sul punteggio di 41 a 26 grazie ad una tripla di Giulia Gatti e dopo 20′ tirare con un positivo 70% dall’arco.

Al rientro dagli spogliatoi il copione non cambia con le biancoblu di coach Stibiel a dominare le due parti del campo e continuare a perforare la retina ospite con una serie infinita di triple e sfiorando a più riprese i 30 punti di vantaggio e chiudendo la 3ª frazione sul punteggio di 61 a 35. Negli ultimi 10′ a gara ampiamente in tasca continua lo show cremasco e grazie a 2 triple in rapida successione di capitan Caccialanza e Rizzi ed un canestro di Nori, la Parking Graf arriva per la prima volta a superare le 30 lunghezze di vantaggio sul risultato di 69 a 37 dopo un solo giro di lancette. Il resto del match non registra nulla se non i primi punti stagionali a referto di Francesca Radaelli che al 37′ infila il canestro del 77 a 47. Nei secondi finali gli arbitri sanzionano con un fallo antisportivo Pavia che manda in lunetta Capoferri la quale però sbaglia i 2 tiri liberi, ma poco dopo la n° 8 soncinese infila la tripla del definitivo 84 a 53 finale.

PARKING GRAF CREMA-AUTOSPED CASTELNUOVO SCRIVIA 84-53
PARZIALI: 22-11, 41-26, 61-35
PARKING GRAF CREMA: Melchiori 20, Nori 16, Gatti 9, Zagni, Capoferri 12, Radaelli 2, Caccialanza 9, Parmesani, Rizzi 10, Pappalardo 6, Guerrini. All.: Stibiel.
Nessuna uscita per 5 falli.
AUTOSPED CASTELNUOVO SCRIVIA: Repetto 3, D’Angelo 4, Madonna 17, Pavia 8, Serpellini 2, Colli 9, Bernetti, Bonvecchio 8, Podrug n.e., Bassi 2, Francia. All.: Zara.
Nessuna uscita per 5 falli, fallo antisportivo a Pavia 40′ (81-53).
ARBITRI: Ugolini di Forlì Cesena e De Ascentis di Giulianova (TE).