Tempo di lettura: 2 minuti

Parma – Il Club Alpino Italiano di Parma ospita nel mese di maggio, presso la propria sede di Viale Piacenza 40, una rassegna dedicata ad ambiente, natura psiche ed scologia: “Passi, pensieri e parole“: tre interventi di studiosi che presentano il loro contributo di approfondimento su argomenti apparentemente distinti, ma in realtà profondamente interconnessi: cambiamenti climatici e prospettive del globo, la natura come luogo di promozione del benessere individuale e collettivo, ecologia per un nuovo mondo e gli insegnamenti ricavabili dalle religioni.

Cammino e arrampicata, pensiero e riflessione – afferma in proposito il presidente Gian Luca Giovanardi – non appartengono a mondi distinti e separati. La montagna vissuta dallo sportivo e quella contemplata dallo studioso si possono arricchire a vicenda fornendo al frequentatore nuove prospettive di conoscenza e di emozione”.

Il primo appuntamento è Martedì 9 maggio alle ore 21.00, con l’incontro dal titolo “Il declino del nostro pianeta: uomini e animali in pericolo di estinzione”. Ne sarà protagonista Angelo Tartabini professore ordinario di Psicologia generale presso Dipartimento di Neuroscienze, Università di Parma.

La desertificazione sta portando allo scioglimento dei ghiacciai e delle calotte polari, la deforestazione sta causando l’estinzione di molte specie animali e vegetali tropicali. Tutto ciò accade nonostante gli impegni assunti a livello mondiale e nonostante l’attività di vigilanza di numerosi organismi internazionali……Quali possono essere, se esistono, percorsi realistici per contrastare tale tendenza? E’ questa la domanda a cui Angelo tarabinio cercherà di dare risposta.

Una settimana dopo, Martedì 16 maggio alle ore 21.00, Aniello Castaldo, psichiatra impegnato nella salvaguardia delle specie e nei progetti di sostenibilità ambientale interverrà sul tema “Il benessere in montagna ed al mare: due ecosistemi a confronto”.

E’ l’esperienza totalizzante che ciascuno di noi vive in due ecosistemi ambientali solo in apparenza diversi. I vantaggi sulla salute psicofisica sono a tutti noti, l’attività agonistica e non agonistica migliora in primis l’irrorazione sanguigna nei vari distretti del corpo apportando ossigeno e migliorando l’apparato muscolo scheletrico per quanto riguarda l’elasticità dei tessuti, ma è vitale, sia per chi nuota che per chi sale in montagna, la percezione del Sè che è tutt’uno con l’Ambiente che si attraversa, “nè va trascurata la relazione che c’è tra un’adeguata educazione estetica ed il mantenimento di un ambiente sano“(Papa Francesco).

Infine, Martedì 23 maggio alle ore 21, Luciano Mazzoni Benoni, studioso di Antropologia comparata delle religioni, di Teologia spirituale, di Etica applicata all’economia. Giornalista, coordinatore del Forum Interreligioso di Parma, trartterà il tema “L’ecologia profonda – l’ascesi della salita”, nata da principi innovativi e recenti, ma che si riconnettono alle sapienze antiche (tradizioni dell’Oriente) ma anche ai tentativi compiuti in Occidente di armonizzare scienza e teologia, ragione e fede, ispirati alla dottrina di Pierre Teilhard de Chardin (1881-1955) e Raimon Panikkar (1918-2010).

CONDIVIDI
Daniela Iazzi
Cremonese di origine, studentessa a Milano e residente a Fidenza. Frequenta la Bocconi e si specializza in Arte, cultura e comunicazione. Lavora dal 2005 presso la Fondazione Dominato Leonense di Leno, dove promuove la storia del Monastero benedettino “Ad Leones” e attività di promozione del territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *