Ferrara. Un nuovo motore di ricerca è stato presentato da Fondazione ACAREF Onlus a sostengo della ricerca scientifica in favore delle sindromi atassiche.

Si chiama RAPUSIA– in lingua maori rapu = “ricerca” e sia = termine che indica l’azione – e aiuta la Fondazione a portare avanti il progetto di ricerca scientifica sulle sindromi atassiche e le iniziative a sostegno di anziani e disabili.

Rapusia (www.rapusia.org), progetto ideato in collaborazione con il Tennis World Foundation, consente agli utenti di godere degli stessi vantaggi di un normale motore di ricerca (questo nello specifico opera su Google), ma con una grande differenza … i fondi che verranno raccolti tramite le ricerche effettuate saranno destinati alle organizzazioni non-profit aderenti.

Ogni volta che un utente utilizza Rapusia per fare una ricerca, accumula un cuoricino, che sarà destinato all’organizzazione precedentemente indicata. È molto semplice sostenere Fondazione ACAREF tramite Rapusia: è sufficiente andare su https://rapusia.org/it/, cliccare sul logo di Fondazione ACAREF scegliendo il riquadro arancione “Dona i tuoi cuori a questo progetto”: la casella si colorerà di verde. Questo passaggio sarà necessario solo la prima volta affinché il motore mantenga salvata la preferenza.

Le organizzazioni che aderiscono riceveranno inoltre un link univoco grazie al quale ogni utente che scarica Rapusia avrà automaticamente nella distribuzione dei cuori proprio
l’organizzazione che gli ha fatto conoscere lo strumento.Il Presidente di Fondazione ACAREF Silvio Sivieri spiega: “In questo momento la classica raccolta fondi sta subendo una battuta d’arresto, anche la situazione post-Covid ha fatto sì che abbracciassimo nuove opportunità; ACAREF si sta infatti indirizzando sempre più sul mondo digital, e Rapusia è per noi una grande occasione per intraprendere questa
strada.”

La possibilità di far entrare sempre più enti del Terzo Settore dipende dal fatto che il valore degli annunci aumenta quanto più sono gli utenti che utilizzano Rapusia; pertanto più Organizzazioni aderiranno più aumenterà il numero degli utenti, e questo favorirà un incremento dei fondi accumulati nel corso del mese. Il numero totale di cuoricini raccolti
ogni mese corrisponde alla percentuale di fondi di ogni associazione.

Questo motore di ricerca è applicabile su tutti i PC; sarà necessario impostare Rapusia come motore di ricerca principale, compatibile con Chrome, Firefox e qualsiasi altro motore. Può essere utilizzato anche su dispositivi mobili (cellulari e tablet), scaricando l’App Rapusia dal PlayStore o dall’AppStore.

Per Fondazione ACAREF Onlus, Rapusia è un ulteriore strumento per portare avanti la ricerca scientifica in favore delle sindromi atassiche, giunta ad ottimi risultati grazie al lavoro svolto dalle ricercatrici presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Ferrara.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.