Tempo di lettura: 2 minuti

Verona – Sabato 22 ottobre alle ore 21 e domenica 23 alle ore 16.30, sul palco del  Teatro Laboratorio (ex arsenale asburgico) è di scena lo spettacolo “Storiafinta. Una storia vera d’amore” di Lelio Lecis, con la Compagnia Akroama – Teatro Stabile d’Arte Contemporanea di Cagliari.

Sospeso fra immedesimazione e distacco, fra passione e straniamento, un uomo solo in una spiaggia deserta guarda il mare e narra a se stesso una storia d’amore: forse la inventa, forse la ricorda. I protagonisti di questa storia sono un agente di commercio e una giovane americana in fuga da una famiglia ossessionata dall’arrivismo e disinteressata alla felicità della figlia. In questa fuga confusa la ragazza finisce per trovare un effimero conforto nell’approdo ad una setta religiosa. Ed è mentre distribuisce ai semafori volantini sull’imminente fine del mondo che lui la incontra e se ne innamora perdutamente e senza speranza. Insieme fanno un viaggio che rappresenta una fuga per entrambi. Un viaggio on the road percorrendo la Sardegna.

storiafinta_scenaStoriafinta” è uno spettacolo che l’autore definisce di poesia, una vera poesia d’amore di tutti i tempi, e che può esser considerato un esempio italiano di quella tendenza a raccontare la cruda realtà dei giovani negli ambienti urbani. Tendenza che ebbe successo nella seconda metà degli 80′ con i romanzi americani Meno di Zero di Ellis e Le mille luci di New York di McInerney. Il testo, scritto anni fa come sceneggiatura cinematografica, nell’adattamento teatrale mantiene una struttura in cui vengono recitati sia i dialoghi sia le didascalie. In scena Simeone Latini e Marion Constantin. Regia di Lelio Lecis.

A portare in scena questo spettacolo è Akròama, il teatro stabile d’innovazione della Sardegna. Akròama nasce nel 1977 fondato da un gruppo di giovanissimi artisti, tra cui Lelio Lecis. Nel 1981 presenta al Festival di Santarcangelo Mariedda, che sarà in seguito invitato, tra l’altro, ai festival di Edimburgo, Vienna, Londra. Il successivo spettacolo L’ultimo sogno di Balloi Caria è invitato al Festival dei Due Mondi di Spoleto e poi a Potsdam dove Lecis vince il premio di drammaturgia contemporanea. Tra i tanti spettacoli prodotti spiccano Romeo e Giulietta, che partecipa al Festival di Cracovia, La casa della madre, invitato al Festival di Santarcangelo, Sguardo occidentale, invitato al Centro Grotowski di Wroclaw, che vede la partecipazione di attori e musicisti dell’Opera di Pechino e attori occidentali, e molti altri presentati in vari paesi stranieri. Negli ultimi anni Akròama è impegnato in una ricerca sulla drammaturgia contemporanea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *