Oggi più che mai è arrivato il momento di fare pace con la natura. Tornare a respirare all’aria aperta, in natura, al mare è ciò che tutti aspettavamo. Il WWF fa crescere la comunità di GenerAzioneMare per difendere tutti insieme il Mediterraneo.

I mesi estivi sono ideali per imparare un modo diverso di vivere la natura, la spiaggia, facendo sport o accompagnando i nostri amici a 4 zampe: seguite i consigli degli esperti. Potrete scoprire i segreti di  balene e delfini, imparare a riconoscere le tracce delle tartarughe marine o le curiosità  delle specie più strane durante un’immersione, rendere più pulite le spiagge e le coste durante la vacanza e seguire i consigli per menù sostenibili.

Conoscere le specie dei fondali marini più elusive o partecipare alla mappatura delle reti fantasma che minacciano gli ambienti oceanici, scoprire le curiosità sugli abitanti del Santuario Pelagos a tu per tu con esperti e ricercatori seguendo gli AperiPelagos, programmati sui canali social.

E ancora diventare esperti conoscitori di tracce di specie rare come tartarughe marine, fratino e imparare a consumare pesce sostenibile con la Guida digitale. Partecipare alle pulizie delle spiagge, seguire i consigli degli esperti per uno stile di vita amico del mare, imparare nuovi giochi da fare insieme ai più piccoli sulla spiaggia, in vacanza per esplorare i segreti del  pianeta blu che ci circonda.

Sono alcune delle proposte per la comunità di  GenerAzioneMare che il WWF lancia per tutta l’estate ogni settimana sulla pagina Ecotips, lo spazio virtuale nato durante il lock-down e che nei prossimi mesi accompagnerà la campagna del WWF dedicata alla difesa del Capitale Blu del Mediterraneo.

In questi giorni prosegue la challenge #traildireeilFARE  per cimentarsi in sfide concrete, semplici e divertenti da fare in famiglia per costruire insieme il mondo che verrà. Ogni gesto, anche il più piccolo, può fare la differenza e darà un sapore nuovo alla vacanza, consentendoci di vivere al meglio la natura che ci circonda.

Il futuro dell’umanità dipende dalla salute degli oceani che ricoprono due terzi del nostro Pianeta. Nel loro insieme, se fossero un paese, questo avrebbe la settima economia più grande del mondo, per un valore complessivo di 24.000 miliardi di dollari. Con GenerAzioneMare il WWF vuole tutelare il Capitale Blu del Mediterraneo, un mare di straordinaria bellezza con oltre  17.000 specie e con un’economia, che può generare un valore annuo di 450 miliardi di dollari.

Con GenerAzioneMare uniamo volontari, ricercatori, pescatori, imprese per difendere specie e habitat marini anche attraverso lo sviluppo di Aree marine Protette, essere a fianco della piccola pesca,  promuovere un consumo sostenibile di pesce e combattere  l’inquinamento, in particolare la plastica.

Dalle minacce della pesca eccessiva e illegale, inquinamento, traffico marittimo in continuo aumento, cementificazione delle coste, invasione di specie aliene e acidificazione delle acque derivata dai cambiamenti climatici globali: sono tutti fenomeni che minacciano la biodiversità e il delicato equilibrio su cui si regge l’ecosistema del Mare Nostrum.

Il capitale Blu può essere difeso solo con una tutela efficace e uno sviluppo economico  sostenibile.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.