Bergamo. L’Accademia Carrara con il suo ricco patrimonio  di opere d’arte, rappresenta un fiore all’occhiello della cultura del territorio. Chiusa, come per tutti i musei, per il coronavirus, presenta Unlock: laboratori gratuiti per bambini in diretta Zoom, realizzati con il sostegno dell’Associazione Amici dell’Accademia Carrara. Dal 27 novembre al 18 dicembre.

“Siamo convinti che il museo possa essere un luogo per incontrarsi, confrontarsi, fare insieme. “ raccontano dall’Accademia “Desideriamo offrire alle famiglie occasioni per scoprire le opere, stimolare l’osservazione e la creatività. I nostri educatori museali che di solito accolgono adulti e bambini nelle sale del museo, insieme leggono le opere lasciando emergere le abilità di ciascuno, privilegiando la collaborazione e l’espressione delle singole esperienze, questa volta lo faranno on line.”

Inizia un nuovo ciclo di quattro appuntamenti in compagnia dell’arte, dedicati ai bambini dai 6 agli 11 anni. Con Unlock Accademia Carrara invita i più piccoli a esercitare la creatività attraverso storie avvincenti con indizi e chiavi di lettura, suggerimenti e rebus da decifrare, di cui le opere del museo sono protagoniste.

Il programma:

27 novembre ore 17.00 
Ritratti al buio 

Disegnare a occhi chiusi è possibile! I personaggi dipinti più famosi della collezione daranno suggerimenti molto utili per imparare a disegnare un ritratto al buio. A cura di Laura Zambelli.

4 dicembre ore 17.00
Per fare un quaderno ci vuole un fiore 

Lionello d’Este, ritratto in una delle opere più note della Carrara, indossa una giacca colma di fiori, da cui lasciarsi ispirare per creare uno sketchbook di forme, idee e stupore da arricchire e colorare. A cura di Rita Ceresoli.

11 dicembre ore 17.00
Creatività senza pietà
Opere d’arte da trasformare in esperimenti colorati, partendo dal ritratto di Lucina Brembati dipinto da Lorenzo Lotto tra il 1521-1523. A cura di Francesca Frosio.

• 18 dicembre ore 17.00 
Fantasie fatte ad arte
Racconti e aneddoti di alcuni protagonisti delle opere del museo vengono stravolti grazie alla fantasia di ciascun partecipante, per riscrivere nuove vicende e nuove storie. A cura di Veronica Masnada.

L’Accademia Carrara ha un ricco patrimonio, costituito da opere di tipologie diverse. La raccolta più significativa è quella dei dipinti, che abbraccia un ampio arco cronologico, dal Rinascimento alla fine dell’Ottocento. Le sculture sono un gruppo numericamente circoscritto, ma di grande interesse, soprattutto quelle di età barocca.

A dipinti e sculture, protagonisti del percorso di visita, si aggiungono una ricca raccolta di disegni e stampe e preziosi nuclei di arti decorative: bronzetti, medaglie, ventagli, porcellane, peltri, argenti e oreficerie. I fondi antichi dell’archivio e della biblioteca storica completano il patrimonio museale.