Tempo di lettura: 4 minuti

Bagnolo Mella (Brescia) – I fratelli Pierangelo e Luca Cappelli, oltre a lavorare a tempo pieno nella loro officina meccanica Novamek srl, appena possono e hanno un po’ di tempo libero amano rifugiarsi nella loro cascina a Bagnolo Mella, nel bresciano, per assaporare più da vicino il contatto con la natura,il profumo della loro terra, il contatto con i loro animali,il cibo sano e di propria produzione. In particolare amano allevare galline, con il prezioso aiuto della loro mamma e della compagna di Luca.

galline-2Le galline stanno proprio bene, sono lasciate all’aperto, libere di razzolare, sono amate, nutrite con prodotti biologici, sono felici e producono tantissime uova. Uova molto buone, naturali, dal sapore un po’ speciale….così almeno dicono tutti coloro che le hanno assaggiate e che ormai consumano solo queste. E’ per questo che a un certo punto a Luca è venuta un’idea particolare….che ha avuto molto successo visto che fra i seguaci ha anche Simona Ventura e DjTv.

Bene Luca, e allora? queste galline?
Io e la mia famiglia viviamo in cascina e quando abbiamo bisogno di uova usiamo quelle delle nostre galline, che sono piuttosto ‘prolifiche’ e producono ben oltre le necessità personali, tanto da spingerci spesso a regalarne.Qualche mese fa ne abbiamo regalate un po’ a un amico cuoco.Dopo averle mangiate, ci ha ringraziato con sinceri apprezzamenti sulla eccezionale bontà del prodotto. Atto di riconoscenza, certo, ma la cosa va avanti per giorni.

Cosa intende?
Che lui continua a ribadire quanto sono buone, altro che quelle che compra. Ha perfino cucinato in ugual modo un nostro uovo e uno del supermercato, con risultati assolutamente diversi, naturalmente meglio di gran lunga il nostro!

Nonostante il compiacimento, la cosa ci ha lasciati un po’ perplessi. Noi siamo abituati a mangiare le nostre uova, conosciamo solo queste, sono così, certo hanno un buon sapore, anche un tuorlo un po’ più pallidino rispetto a quello che si vede sui giornali o in tv. Non ci sembravano così eccezionali……

E invece?
Le abbiamo fatte assaggiare anche ad altre persone, amici e conoscenti: verdetto unanime: il sapore delle nostre uova è davvero unico.

Dopo lo stupore iniziale, quindi cosa avete fatto?
Abbiamo iniziato a fare ricerche: sui diversi tipi di uova, sulla loro possibile provenienza, sui vari tipi di allevamenti, su cosa significa bio, ecc…

galline-1E abbiamo scoperto molte cose interessanti, ci siamo fatti una cultura, ma ciò che più ci ha colpito è vedere le condizioni in cui vengono allevate le galline negli allevamenti industriali. Tutto totalmente differente nel nostro piccolo mondo, dove i gli animali si alimentano con mangimi non chimicamente modificati e con ciò che trovano razzolando nel campo. Vivono in spazi liberi e tutt’altro che angusti, seguendo il normale ciclo della natura, con i suoi pro e i suoi contro.

Queste ricerche vi hanno portato a fare alcune riflessioni.
Noi riserviamo molta attenzione alla cura e al benessere del nostro corpo, trattamenti, creme, diete, ma spesso e volentieri ci ritroviamo a nutrirlo con alimenti, che sani proprio non sono. Le uova sono tra gli alimenti più comuni e usati in cucina. anche se già mi sembra di udire molte obiezioni del tipo “ma no! Macchè! Io mangerò un uovo, massimo due a settimana!”.

In realtà vengono utilizzate per fare torte, biscotti, dolci vari, polpettoni e polpette, ripieni per ravioli, creme pasticcere, impanature e tante tante altre preparazioni, portandole così sulla nostra tavola, in una forma o nell’altra, quasi quotidianamente.

Al supermercato, quando scegliamo le uova, viene spontaneo scegliere quelle con la dicitura “allevate a terra” (codice 2), convinti di fare un bene alla nostra salute, perché nella nostra mente ci immaginiamo la gallina che le ha prodotte, libera e felice nel campo a razzolare. Sfortunatamente basta fare una ricerca veloce su internet per capire cosa significa in realtà quel codice e a che tipo di allevamenti si riferisce.
Solo un animale allevato con amore puo’ essere felice e dare un prodotto buono e sano.

E voi come amate e come curate le vostre galline?
Il nostro obiettivo è quello di allevarle secondo le tradizioni rurali, in ampi spazi aperti, senza arrivare alla stregua dello sfruttamento,rispettando i principi del benessere animale, per ottenere uova di alta qualità e con valori nutrizionali intatti, che ci diano la sicurezza di mangiare un alimento sano.

Avete così pensato di condividere questa possibilità anche con altri…
Esatto e da ciò è nato il progetto ‘Adotta una gallina’ (quella dei giornalisti di DjTv si chiama Chanel, ndr): chiunque voglia una propria gallina personale, che garantisca ottime uova fresche tutti i giorni, ma non ha spazio o tempo per allevarla, può ‘adottarla’. L’adozione dura un anno e ha un costo di 9 euro al mese: comprende la fornitura di sei uova settimanali nel periodo di piena produzione e di tre uova settimanali nei mesi di ‘calo’. Calo naturale e fisiologico dell’animale,non forzato a produrre con sostanze chimiche esterne.

Dopo 12 mesi, il cliente deciderà se continuare un altro anno con l’adozione e godere della fornitura di uova. Nel caso rinunciasse, la gallina rimane comunque di sua proprietà e potrà decidere se portarla a casa con sè e accudirla come abbiamo fatto noi fino a quel momento o riservarla ad altri fini, forse meno nobili, ma altrettanto interessanti.

Il costo di 9 euro mensili potrebbe apparire elevato, ma se consideriamo che in un anno ci sono 52 settimane, il cliente ha diritto a 234 uova all’anno, il che farebbe 0,46 cent a uovo, prezzo che già di per sé non è caro dato il prodotto di qualità. E se teniamo conto che dopo i 12 mesi la gallina è di sua proprietà, il costo medio per uovo si abbassa ulteriormente. Per un prodotto sano e di qualità il costo è relativo. E se si può avere ad un prezzo giusto e contenuto, perché non approfittarne?

CONDIVIDI
Alice Cherubini
Laureata in lingue e letterature straniere. Ha lavorato per anni come interprete e poi insegnante. Lavora in Cassa Padana da oltre vent'anni e attualmente è responsabile di filiale. Sposata con due figli che adora, ama la lettura e l'arte in tutte le sue forme.

2 Commenti

  1. Buongiorno
    Siamo un albergo ristorante suo lago di garda e siamo alla ricerca di un fornitore di uova Km0 da allevamenti etici.
    Il nostro consumo giornaliero di picco è di circa 100 uova al giorno (giugno-agosto) da aprile a ottobre.
    Abbiamo
    Bisogno di consegna.
    Voi potete fare al caso nostro?
    Volentieri se si vorremmo conoscervi.
    Se invece no ci potete consigliare qualcuno?

    Grazie mille
    Gianmaria Sartore Sieff

    • Buongiorno. Non è a noi di Popolis che dovete scrivere e chiedere. Ma all’azienda dei signori Cappelli. Cercheremo di mettervi in contatto con loro il prima possibile. Grazie e buona giornata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *