Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Lo start della partenza da Pralboino, nella Bassa bresciana, per la V edizione del Trofeo Foresti, oramai un appuntamento di grande importanza tra le gare automobilistiche di alto livello, si svolgerà quest’anno sabato 17 e domenica 18 marzo.

Due giorni di gara dedicati al ricordo degli imprenditori bresciani Guido ed Elda Foresti, tragicamente scomparsi nel gennaio del 2013. Hanno perso la vita negli abissi del mar dei Caraibi, Guido ed Elda, noti imprenditori di Pralboino, partiti in compagnia di Vittorio Missoni e della moglie Maurizia Castiglioni,  per una vacanza in Venezuela dalla quale non hanno più fatto ritorno.

Fortemente desiderato dalla famiglia, il Trofeo vuole celebrare la passione e l’amore di Guido Foresti per i motori e le competizioni automobilistiche, a cui partecipava con regolarità coinvolgendo sia la moglie Elda che i figli Pietro e Cesare.

Il programma prevede sabato 17 marzo alle ore 12 le verifiche tecniche e sportive e alle ore 20 la cena di gala presso Villa Calciati in Persico Dosimo. Domenica 18 marzo si comincerà invece alle ore 7 con la distribuzione dei Road Book, e la gara prenderà il via alle ore 8,45. Alle 16.30 è previsto l’arrivo del primo concorrente e alle ore 19 ci saranno le premiazioni.

Il percorso di gara si snoda tra le provincie di Brescia, Mantova, Cremona, Parma e Piacenza, passando per paesaggi incantevoli e luoghi caratteristici, con partenza ed arrivo a Pralboino.

Anche quest’anno si rinnova la collaborazione tra il Trofeo Foresti e lHdemia SantaGiulia di Brescia, che da ormai diversi anni fornisce il suo supporto alla manifestazione. I premi che verranno consegnati ai vincitori saranno infatti tre opere scultoree realizzate dagli studenti del secondo e terzo anno del corso di Scultura sotto la direzione del Docente e Scultore Agostino Ghilardi. Ai materiali pubblicitari e di comunicazione hanno lavorato invece gli studenti della scuola di Grafica, coordinati dal Professor Claudio Gobbi, tra i quali è stato scelto il progetto relativo al manifesto della studentessa Vanessa Cauzzi e il progetto relativo al calendario della studentessa Valeria Cocchi, entrambe allieve del secondo anno del corso di Grafica.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *