Tempo di lettura: 2 minuti

La Vanoli vince 63-73 lo scontro salvezza all’Adriatic Arena di Pesaro e aggancia la Consultinvest in classifica ribaltando la differenza canestri. Un passo importantissimo in una corsa salvezza lunga ancora cinque partite. Cremona è brava nel secondo quarto a rientrare in partita dopo che i padroni di casa erano arrivati ad avere 10 punti di vantaggio (33-23) e lo fa grazie soprattutto al grande ex Elston Turner che con sette punti consecutivi (12 per lui nel quarto) risponde a Jones e rimette i biancoblu in partita all’intervallo lungo (33-30).

La Vanoli impatta poi ancora con Turner al 25′ (39-39) e prova a mettere la freccia con le triple di Harris e Mian (41-45). Pesaro ha una reazione d’orgoglio che la riporta in parità (47-47) ma il canestro finale di Turner lascia in vantaggio la Vanoli al 30′ (47-50). Nell’ultimo quarto Cremona rimane costantemente avanti grazie ai punti di Johnson-Odom (6), Thomas (5) e Wojciechowski (8) e chiude la partita 63-73.

Cremona vince il match di squadra, portando quattro uomini in doppia cifra. Su tutti però la prova di Turner che con 20 punti (5/9 da tre punti) e 11 assist mette a segno una doppia doppia determinante contro la sua ex squadra. Per Pesaro ci sono 18 punti e 11 rimbalzi per Jones e 19 punti di Clarke.

In una partita dove la tensione è alle stelle Cremona è brava a portarla sui propri binari, difendendo forte nella seconda parte dell’incontro, tirando meglio sia da due (52.4% contro 42.9%) che da tre punti (38.9% contro 29.2%) e perdendo 2 palloni in meno di Pesaro.

La svolta del match si ha con la reazione della compagine cremonese nel secondo quarto, nel momento di maggior difficoltà, che ridà fiducia alla Vanoli. Il tiro di Turner a fine terzo quarto manda l’inerzia definitivamente dalla parte degli uomini di Lepore che da quel momento non si voltano più indietro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *