Tempo di lettura: 3 minuti

La natura comincia a svegliarsi e le giornate si allungano. Con queste buone notizie già in serbo perché non programmare le prossime vacanze in Estonia? L’estate è il periodo in cui la temperatura dell’acqua del Mar Baltico supera i 20°C (68°F), il sole splende per 18 ore di fila e il buio totale non arriva mai.

A giugno, le notti in Estonia sono così leggere che si può leggere un libro all’aperto senza luce artificiale. La tradizione popolare è di accendere dei falò in tutto il paese la notte di San Giovanni, il 23 giugno, per danzare attorno ai fuochi e grigliare.

L’Estonia è il luogo perfetto per gli amanti della storia, poiché i visitatori non sono sempre giunti muniti solo di macchina fotografica. Molte popolazioni del nord Europa hanno lasciato in Estonia tracce del loro passaggio creando un vivace melting pot. Questa storia si ritrova non solo nei musei, ma anche nella diversa architettura del paese e può essere ascoltata nelle leggende e nelle storie.

La metà del paese è coperta da foreste, circa il 20% da parchi nazionali. Ci sono più di 2.000 km di sentieri escursionistici, molti dei quali in pittoresche torbiere. Qui potrai camminare attraverso le scogliere calcaree del nord Estonia o le colline coperte di laghi dell’Estonia meridionale. Goditi lo yachting e il bird watching lungo i 3.800 km di costa con oltre 2.000 isole e belle spiagge sabbiose.

L’Estonia è un paese unico per diversi motivi, uno su tutti è il fatto di avere 5 stagioni. Oltre alle classiche quattro stagioni qui in Estonia, verso la fine di aprile, quando le nevi si sciolgono e le piogge abbondano, trova posto la 5° stagione, periodo in cui foreste e prati nella zona del Parco Nazionale Soomaa si inondano diventando difficoltosi da visitare.

Diverse sono le tattiche per visitarle ugualmente tra cui zattere e canoe. Durante tutto l’anno invece è possibile passeggiare con le ciaspole nelle torbiere, cosi come è possibile effettuare sport d’acqua, fare escursionismo in bici o a piedi, senza dimenticare tutti gli adrenalinici sport invernali.

Il 25 maggio, il marchio di qualità che è quasi l’equivalente degli Oscar per i ristoranti arriverà in Estonia, il primo degli stati baltici ad essere presente nella Guida MICHELIN.

Questo è un grande riconoscimento per il panorama della ristorazione estone. Dimostra che la scena culinaria locale, che non è ancora molto conosciuta nel mondo, è stata arricchita da una forte tradizione che prende influenza dal meglio della cucina mondiale.

In Estonia, gli ispettori MICHELIN hanno già iniziato a visitare i ristoranti, quindi ora non resta che incrociare le dita e aspettare il 25 maggio, quando a Tallinn verranno annunciati tutti i ristoranti che si sono guadagnati un posto nella Guida MICHELIN.

L’atmosfera rilassata e le bellezze naturali rendono l’Estonia una destinazione perfetta per divertirsi con tutta la famiglia. Le città estoni non sono mai frenetiche e la campagna offre molte attività sicure ed eccitanti per i bambini.

L’Estonia è abbastanza piccola da poter andare a raccogliere bacche nella foresta, arrampicarsi e dondolarsi in un vicino adventure park, visitare i molti musei interattivi e i ristoranti a misura di bambino, il tutto in un solo weekend. L’Estonia ha una serie di emozionanti parchi a tema e centri ricreativi, educativi e divertenti allo stesso tempo. Scopri tutto, dalla vela all’era glaciale, alle bambole.

Nel mese di giugno Tallinn ospiterà per la prima volta l’European Design Festival. Svoltosi precedentemente in altre città di riferimento per il design come Stoccolma e Oslo, l’edizione di Tallinn sarà la prima a svolgersi in presenza dopo due anni. Il festival evidenzia le migliori espressioni del design europeo ed è un’opportunità per mettere in risalto il talento e l’innovazione dell’Estonia. Con Tallinn che sta emergendo come polo di attività creative, il festival sarà utile anche per incrementare la consapevolezza del lato artistico di questo paese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome