Tempo di lettura: 2 minuti

Bologna – Sono gli episodi finali a condannare alla sconfitta la Vanoli Basket. La Virtus si impone 79-78 al termine di una partita combattuta ed equilibrata e lo fa sfruttando l’occasione dei due liberi di Slaughter che si prende il fallo sul libero sbagliato da Alessandro Gentile e lo converte nei due punti del definitivo vantaggio bianconero a tre secondi dal termine.

La Vanoli riesce comunque a costruire un buon tiro finale con Milbourne che però sbaglia da sotto. Dopo una prima parte di incontro in cui le V nere costruiscono un vantaggio in doppia cifra (32-21) la Vanoli è brava a rientrare sfruttando una buona intensità difensiva e l’energia di Martin in attacco e questo nonostante il 2 su 15 da oltre l’arco. All’intervallo il punteggio è 40-36 per i padroni di casa. Nel terzo parziale i biancoblu trovano il pareggio sul 42-42 e, subito dopo, il primo vantaggio (44-47). Il quarto si chiude 57-56.

Nell’ultimo quarto è per prima la Vanoli a provare a dare una spallata all’incontro grazie ai canestri di Gazzotti e Ricci. La Virtus rientra subito e si prosegue così in equilibrio sino a tre minuti dal termine quando una palla persa e un fallo in attacco di Milbourne regalano cinque punti di vantaggio alla Segafredo. Una tripla di Johnson-Odom, un canestro di Milbourne e due liberi di Sims riportano però un’ultima volta in vantaggio Cremona (76-78). Sono poi i liberi di Slaughter a ribaltare definitivamente il risultato a favore dei padroni di casa.

Per Cremona quattro in doppia cifra: 16 più 10 rimbalzi per Sims, 15 più 8 per Martin, 14 per Milbourne e 10 per Ricci. 7 rimbalzi e 8 assist per Travis Diener. Per Bologna ottima prova di Slaughter (14) e Lawson (13). In doppia cifra anche Aradori (10), Alessandro Gentile (12) e Umeh (12) ma è l’energia difensiva di Stefano Gentile nell’ultimo parziale a rimettere in partita la Segafredo. 2 recuperi e 2 falli subiti per lui nei dieci minuti finali.

Cremona, pur vincendo a rimbalzo (38-34), lascia quello più importante a tre secondi dal termine commettendo fallo su Slaughter. I biancoblu tirano male da tre (6/25 finale con 2/15 nei primi due quarti) riuscendo a far peggio della Segafredo che tira 8/27 da oltre l’arco. Ma il dato fondamentale sono le 6 palle perse nell’ultimo periodo a fronte delle 6 recuperate dalla Virtus.

Il fallo di Sims sull’errore di Alessandro Gentile ai liberi a tre secondi dal termine permette a Slaughter di ribaltare il risultato. L’errore finale da sotto di Milbourne condanna la Vanoli alla sconfitta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *