Tempo di lettura: 2 minuti

Dal giorno di San Antonio Abate protettore degli animali domestici (17 gennaio) è partita la campagna promossa da Legambiente “Vengo via con te”, insieme ai cittadini una battaglia a favore degli animali, contro crudeltà, maltrattamenti, abbandono e illegalità.

L’associazione mette a disposizione i propri avvocati, esperti e volontari, presenti in tutta Italia, per dare supporto a chi voglia difendere gli animali da violenze e crudeltà.popolis nuovo

Rossella Muroni, direttore generale di Legambiente, ha dichiarato: “Diamo il via oggi, nel giorno dedicato a Sant’Antonio, protettore degli animali, a questa nostra nuova iniziativa per combattere chi lucra sulla pelle degli animali. Raccoglieremo le segnalazioni dei cittadini, che saranno i protagonisti di questa battaglia, e con loro cercheremo le soluzioni utili contro i maltrattamenti”.

“Vengo via con te!” ha radici nel nostro territorio perché l’idea prende il via dalla vicenda dei beagle liberati quasi due anni fa dall’allevamento di Green Hill, oggi conclusa nel migliore dei modi. I 3.000 cani sono tutti presso le famiglie che li hanno adottati grazie all’intervento di Legambiente e Lav che hanno gestito la difficile fase di affido, dopo la liberazione decisa dalla magistratura su esposto di Legambiente. Tutto è andato al meglio grazie al costante lavoro di decine di volontari ed esperti legali.

La campagna ha obiettivi concreti e urgenti: vincere ora la sfida giudiziaria contro Green Hill, offrire voce e supporto ai cittadini che denunciano casi di maltrattamento, dare casa agli animali oggetto di sequestro da parte delle forze di polizia, ottenere dalle istituzioni anagrafi nazionali efficienti per cani, gatti e cavalli, far capire l’urgenza di sterilizzare cani e gatti per ridurre sensibilmente la sofferenza dei troppi cuccioli che, in un modo o nell’altro, finiscono per vivere una vita fatta solo di stenti e, soprattutto, contrastare il più possibile l’illegalità e le ecomafie che lucrano sulla pelle degli animali.IMG_4675

Legambiente lancia questa nuova sfida avvalendosi della sua ramificata struttura territoriale e di una rete di collaborazioni con alcune delle migliori esperienze italiane: Italian Horse Protection Association, specializzata nel recupero di cavalli, Il Rifugio degli Asinelli, che accoglie decine di asinelli maltrattati, e l’Associazione Volontari Canile di Porta Portese esperta nella gestione e adozione di migliaia di cani abbandonati.

Ora un aiuto per dare concretezza alla nuova campagna spetta hai cittadini, mentre Legambiente mette a disposizione tutte le sue forze per raccogliere e dare soluzioni alle segnalazioni dei cittadini, con sosanimali@legambiente.it
Hai telefonato per salvare un animale abbandonato e nessuno è intervenuto? Hai notato movimenti di cuccioli di non chiara provenienza e vuoi che sia fatta luce? Saresti disposto ad ospitare un animale e non sai come fare? Hai visto fare violenza su un animale e vuoi che gli autori vengano perseguiti? Hai dubbi sulle condizioni in cui è tenuto un animale? Legambiente risponderà a queste e a tantissime altre domande inviate a sosanimali@legambiente.it

 

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *