Tempo di lettura: 2 minuti

Lugo di Romagna – E’ giunto alla dodicesima edizione il festival Lugocontemporanea che negli anni ha visto avvicendarsi giovani artisti emergenti accanto a quelli già affermati, anche di rilievo internazionale.

Tra gli altri ricordiamo la compagnia teatrale Societas Raffaello Sanzio, il cantante Howie Gelb, il video-scenografo Gianluigi Toccafondo, lo scrittore Stefano Benni, il compositore fondatore del Movimento Fluxus Philip Corner, il ballerino Guillelm Alonso, il critico cinematografico Enrico Ghezzi, il pittore Nicola Samorì, l’illustratore Lorenzo Mattotti, solo per citarne alcuni.

Come ogni anno l’ Associazione Culturale Lugocontemporanea ha proposto agli artisti invitati un tema da rappresentare liberamente. Il tema di 12.LUGOCONTEMPORANEA.16 è: “VIA MARE [dedicato alle musiche migranti]”.

Emigrazione, quindi. Un “problema” complesso da cui trarre spunti e riflessioni. Per ricordare che l’Arte è per definizione meticcia. Cultura dei sincretismi. In fondo tutta la musica del ‘900 è meticcia. Anche quella nell’alveo accademico occidentale ha dovuto tenere conto delle musiche migranti, vedi il blues e i derivati del jazz. Gli immigrati sono musiche, culture, suoni con i quali confrontarsi.

Il Festival è iniziato il 28 luglio al Chiostro del Monte, con l’artista del Mali KALIFA KONE [strumenti tradizionali del west Africa].

Il 29 luglio, sempre alle 21, al Chiostro del Monte, il SALIS / TAMBORRINO Duo; alle 22 al Chiostro del Carmine incontro con STEFANO ZENNI, docente di Jazz e musica afroamericana

Il 30 luglio, alle 21, al Chiostro del Monte appuntamento con ALVIN CURRAN. Alle 22 al Chiostro del Carmine “Il Suono del Furore – Sonorizzazione delle fotografie di Dorothea Lange” di SIMONE MASSARON. In contemporanea il PETRELLA / MASSARON Duo.

 

 

CONDIVIDI
La Redazione
Siamo a Leno (Brescia) presso il Centro Polifunzionale di Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo. Se volete, venite a trovarci. Vi offriremo un caffè e faremo due chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *