Tempo di lettura: 2 minuti

Concesio, Brescia. Alla Collezione Paolo VI di arte contemporanea la stagione espositiva 2017 aplongaretti 5re con con “Viandanti dell’anima”, un’importante retrospettiva che rende omaggio a Trento Longaretti. L’inaugurazione, fissata per sabato 4 febbraio alle 17.30 presso i nuovi spazi del museo, sarà presente l’artista, che il 27 settembre scorso ha compiuto cento anni. La mostra “Viandanti dell’anima. Il mondo di Trento Longaretti nelle opere della Collezione Paolo VI” resterà aperta tutti i sabati dalle 14.00 alle 19.00, fino all’11 marzo. Ingresso: € 2.

Pittore bergamasco,longaretti 1 nato nel 1916, tra i protagonisti dell’arte italiana del secondo Novecento, nonché uno dei testimoni diretti della profonda azione riformatrice di Papa Montini nella ridefinizione dei rapporti tra la Chiesa cattolica e l’arte contemporaneacome ricorda Giovannimaria Seccamani Mazzoli, presidente dell’Associazione Arte e Spiritualità, ente gestore del museo di Concesio.

L’esposizione si propone di indagare l’opera del maestro bergamasco, spesso malinconica, ma allo stesso tempo trasognata e sempre speranzosa,  ma anche di documentare lo stretto rapporto che legò l’artista e Papa Paolo VI in una condivisione di prospettive, che presero forma in lavori di grande qualità estetica e di profonda unspecifiedspiritualità.

Un rapporto speciale, che lo stesso Longaretti fu chiamato a raccontare in occasione del convegno “Paul VI et l’art”, organizzato dall’Istituto Paolo VI di Concesio e tenutosi a Parigi, presso la sede dell’UNESCO, nel 1988.  Nell’occasione l’artista affermò: “credo che Paolo VI, per il suo temperamento, per il suo carattere, la sua natura, la sua educazione, avesse un modo di sentire molto vicino a quello di un’artista.”

In mostra fino all’11 marzo, cinquanta opere provenienti dal patrimonio della Collezione Paolo VI scelte tra gli oltre trecento dipinti, incisioni e disegni del maestro bergamasco conservati dal museo. Tra gli altri anche il bozzetto dell’opera, realizzata su committenza di Papa Paolo VI, che il Pontefice regalò al Patriarca di Costantinopoli Athenagora I in occasione del suo viaggio a Istanbul del 1967.

L’esposizione si artilongaretti 4cola in tre sezioni. La prima dedicata all’immagine sacra, la seconda al tema dei viandanti, la terza infine, ai legami che il maestro ha stretto, nel corso dei decenni, con tre Pontefici: Giovanni XXIII, Paolo VI e Giovanni Paolo II.

Inoltre:
Ogni sabato alle 17.30, per tutta la durata della mostra, la Collezione Paolo VI – arte contemporanea propone visite guidate gratuite.

Il 25 febbraio alle 16.00, nell’ambito della mostra, si terrà il laboratorio per bambini: A piccoli passi nel mondo di Trento Longaretti e dei suoi amici, che prende spunto dal tema del viaggio, ampiamente indagato dal pittore bergamasco.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *