Tempo di lettura: 1 minuto

Cremona. L’ Associazione Artisti Cremonesi presenta la mostra personale “Vibrazioni cromatiche” dell’artista Roberto De Cristoforo, con il sostegno di Cassa Padana. La mostra sarà aperta dal 18 al 26 gennaio, inaugurazione sabato 18 gennaio alle ore 18, a Palazzo Azzolini in Via Cesare Battisti, 21.

Il linguaggio del “dripping”, che esplode nel mondo artistico negli anni Quaranta del Novecento prima in America e poi in Italia, è per De Cristoforo materia di studio e mezzo di comunicazione per raccontare la sua realtà che prende avvio dal tessuto sociale cremonese: l’incontro, lo scontro e la convivenza all’interno della stessa tela di relazioni, emozioni, vite diverse sono espressioni sintetiche delle infinite sfaccettature dell’essere umano.

Il risultato: tele abbaglianti di luci e colori, suggerimenti di emozioni e realtà concrete in una forma astratta che accompagna l’osservatore a pensare, viaggiare e comprendere l’animo umano.

L’esposizione si tiene nelle sale della sede dell’Associazione Artisti Cremonesi, la presentazione della mostra è stata curata da Tommaso Giorgi, Donatella Migliore, Elena Poli storici dell’arte e da  Achille Meazzi pittore.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *