Dolcè, Verona. Albino Armani vince il Global best of Wine Tourism Award. L’amore per la natura, la profonda conoscenza delle sue potenzialità, la passione e la competenza che accompagnano nel lavoro di ogni giorno, fatto anche e soprattutto di sinergie, progetti in rete e continua condivisione di obiettivi che possano essere davvero a vantaggio della collettività. Per la cantina Albino Armani Viticoltori dal 1607 il 2020 si chiude con un traguardo davvero importante: il Global Best of Wine Tourism Award.

Il premio è arrivato nel corso della Conferenza annuale di Great Wine Capitals, la rete delle Grandi Capitali del Vino, quando si è svolto l’incontro della Giuria internazionale che sceglie i vincitori Globali del premio best of Wine Tourism, il concorso del turismo enologico, giunto alla sua quarta edizione. Quest’anno, a causa della pandemia mondiale, solo sei capitali hanno deciso di organizzare il Concorso Best of Wine Tourism, tra cui Verona, unica città italiana, che con la locale Camera di Commercio siede nell’organizzazione internazionale dal 2016.

I premi Best of Wine Tourism riconoscono eccezionali iniziative di turismo del vino che presentano standard di eccellenza. Dalla prima edizione, 5.290 aziende hanno partecipato al concorso e 805 candidati sono stati selezionati per un anno di promozione internazionale a tutti i livelli, grazie alla collaborazione della rete con il mensile Decanter. In questo bando, 6 città – Adelaide, Città del Capo, Mainz-Rheinhessen, Mendoza, Porto e Verona – hanno organizzato i loro concorsi locali, con 217 partecipanti e 40 vincitori locali in totale, un campione della forza, del dinamismo e dell’eccellenza nel settore del turismo enogastronomico.

La Giuria Internazionale, composta da rappresentanti provenienti dagli 11 Paesi partecipanti al Network, ha esaminato le candidature e decretato un vincitore Globale per ogni capitale partecipante. E per Verona ha portato a casa l’importante riconoscimento la Cantina Albino Armani Viticoltori dal 1607, che aveva vinto per la categoria “pratiche sostenibili nell’enoturismo”.

Questo premio internazionale giunge a coronamento di un grande lavoro svolto dalla nostra azienda”, commenta Albino Armani, all’indomani del prestigioso riconoscimento. “Nonostante le difficoltà oggettive di questo anno, che ha segnato il mercato del vino e del turismo a livello globale, abbiamo continuato a guardare avanti con speranza e ottimismo, senza perdere mai di vista i valori che ci stanno più a cuore, a partire dalla tutela del nostro territorio.

Quando l’economia mondiale minacciava di fermarsi, abbiamo fatto nascere una NewCo, Futuri1607, funzionale alla strutturazione del rapporto con il cliente finale e in grado di dare forma alla nostra proposta enoturistica, all’e-commerce, alla formazione e alla comunicazione rivolta al B2C. Come cantina, inoltre, co-partecipiamo da anni alla meravigliosa offerta turistica e sportiva dell’Associazione Visit Valdadige, progetto innovativo che promuove esperienze uniche nella nostra Valdadige. Infine, siamo lieti di aver raggiunto questo traguardo grazie alle nostre politiche di sostenibilità, categoria che ci ha portato in finale con altre sei aziende della provincia di Verona. La nostra filosofia fonda le sue radici sul rispetto per il territorio e si traduce in una visione più ampia di salvaguardia e sostegno ambientali, attuati attraverso un lavoro congiunto di chi condivide uno stesso luogo, e lo vive quotidianamente“.

“L’habitat rurale non è solo il luogo di origine dei prodotti tipici, come il vino”, ha voluto sottolineare il Presidente della Camera di Commercio di Verona, Giuseppe Riello, “ma anche il possibile luogo di consumo esperienziale, l’incontro ravvicinato con i valori di un’autentica cultura locale. E il turismo rappresenta un valido strumento per uno sviluppo sostenibile delle aree rurali periferiche: se opportunamente gestito, permette il mantenimento dell’habitat rurale in tutti i suoi aspetti, da quelli ambientali a quelli culturali, sociali ed economici”.

I global winner di Best Of Wine Tourism sono:

Albino Armani Viticoltori dal 1607 (Verona, Italia)
Wirra Wirra Vineyards (McLaren Vale, Adelaide, Australia)
Creation Wines (Cape Town, South Africa)
Weingut Thörle (Mainz – Rheinhessen, Germany)
Superuco Winery (Mendoza, Argentina)
Monverde Wine Experience Hotel (Porto, Portugal)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome