Volta Mantovana (Mantova) – La degustazione è un’arte antica e segue regole naturali che si fondono al nostro corpo. Prima di portare il calice alla bocca ci avviciniamo al vino con tutti gli altri sensi.

Osserviamo le gradazioni del colore e gli occhi si riempiono delle intense sfumature, poi si annusa e ci si lascia inebriare dai profumi. Solo allora gli occhi si chiudono e gli aromi di frutti, spezie e cioccolato aprono la via ai ricordi. E’quello il momento da assaporare, ancor prima ancora di portare il vino alle labbra. Siamo nel mondo dei vini da meditazione, un’esperienza di gusto, sensazioni, riflessione e conoscenza.

Anche quest’anno Volta Mantovana si trasforma nella capitale dei vini passiti e da meditazione italiani e stranieri. La XIII edizione è dedicata ai vini nazionali e internazionali: ospiti d’onore del 2015 sono i vini passiti Croati, accompagnati dai vini Spagnoli e Portoghesi. Tra gli italiani la Vernaccia, il vino che alla fine del Duecento appariva in Europa sulle mense di re, papi e ricchi mercanti.

In occasione della mostra, produttori e somelier saranno pronti ad accopagnare i visitatori in questo affascinante viaggio sensoriale per scoprire come il vino comunica con le nostre papille gustative: durante la degustazione riusciamo a distinguere dolcezza, acidità ma anche sensazioni termiche. Un esercizio non sempre semplice, soprattutto se siamo privi di un buon allenamento.

Proprio per questo le possibilità per assaggiare i vini durante la mostra saranno svariate. Oltre al banco d’assaggio, un grande palcoscenico allestito nel giardino principale, dove si potranno assaggiare tutti i vini in esposizione, si potrà partecipare alle degustazioni guidate, accompagnati da sommelier e produttori che guideranno l’esperienza sensoriale con abbinamenti alla cioccolata, al formaggio e ai prodotti tipici.

L’orario migliore per vivere questa esperienza, dicono gli esperti, è fra le 10 e le 12 del mattino, lontano dai pasti ma quando ancora non abbiamo lo stimolo della fame che potrebbe indurci false sensazioni.
Nel momento in cui ci si accinge a degustare un vino non si parla, si ascolta quello che il vino racconta al nostro corpo, dobbiamo lasciarci avvolgere completamente. Poi, assaporato questo irripetibile momento di intimità, è bello condividere la nostra esperienza in compagnia.

Ed il primo fine settimana di maggio vuole essere anche un invito a gustare il vino con gli amici, a passeggiare tra le tante regioni d’Italia e del mondo grazie agli stand in esposizione e confrontarsi sui gusti, sugli aromi e sulle preferenze, scoprendo così che ogni vino è un mondo a sé, è il sangue del territorio da cui sgorga.

La mostra mercato, con produttori provenienti da tutta Italia, si svolgerà tra le scuderie, i giardini all’italiana e le sale del cinquecentesco Palazzo Gonzaga, in un’atmosfera ricca di storia, cultura e divertimento con la possibilità di assaggiare e acquistare tutti i prodotti.
Durante i tre giorni si potrà anche pranzare all’interno degli splendidi giardini o partecipare a una delle meravigliose visite guidate al palazzo, alle torri e alle cantine.
I ristoranti convenzionati di Volta Mantovana, inoltre, proporranno un menù speciale a € 25,00.