Tempo di lettura: 3 minuti

“Quando rispetti la natura, la natura ti risponde e ti premia”: Tiziano Castagnedi ha gli occhi che brillano mentre mi racconta quel sogno che ha portato lui e i suoi tre fratelli a produrre vini di classe e di spessore, conquistando il mercato internazionale e una serie davvero corposa di ottime ‘pagelle’.

Sono vini affascinanti, intriganti, difficili da dimenticare, quelli di Tenuta Sant’Antonio.

L’avrà raccontata tante volte questa avventura, nel corso di manifestazioni, interviste, viaggi, degustazioni. Ma l’entusiasmo rimane sempre lo stesso, e una passeggiata nella tenuta in sua compagnia si trasforma in un momento magico, in una favola.

Prima di chiacchierare insieme a Tiziano Castagnedi e ascoltare la storia di questa azienda, il sapore dei suoi vini mi era già familiare. Lo avevo incontrato in occasione di due serate dedicate alla lirica e alla danza.

Tiziano Castagnedi nella sala degustazioni della Tenuta Sant'Antonio
Tiziano Castagnedi nella sala degustazioni della Tenuta Sant’Antonio

Al termine dello spettacolo, nel primo incontro, in uno splendido palazzo antico nel cuore di Verona, avevo visto in faccia per la prima volta il produttore di quei vini che tante volte hanno accompagnato delle piacevoli serate, e mi avevano colpito per la loro personalità.

Alcuni mesi dopo, prima di uno spettacolo di danza al teatro Ristori, l’ho rivisto, mentre raccontava di nuovo, con spontaneità e semplicità, la favola bella di questa azienda che da anni ormai colleziona un successo dietro l’altro.

L’azienda è nata nel 1995, in quella fascia di terra a cavallo tra la valle di Marcellise e la valle di Mezzane, a 350 metri di quota dell’est veronese.

Scala, un vino innovativo
Scala, un vino innovativo

I protagonisti sono Armando, Tiziano, Paolo e Massimo Castagnedi, quattro fratelli con la passione per le vigne trasmessa dal padre.

“Prima portavamo le uve alla cantina sociale”, ricorda Tiziano. Che da giovane, pur amando il vino, aveva in mente un futuro decisamente diverso: “Mio papà una volta mi disse: fai altro, non ci può essere spazio per tutti”.

E in effetti ha avuto varie esperienze lavorative. Ma il Dna non inganna, e ad un certo punto i quattro fratelli hanno deciso di osare, diventando loro stessi vinificatori.

“C’è gente che osa da sola, noi eravamo in quattro, come potevamo non provarci?”. E così nel 1989 i Castagnedi hanno acquistato una proprietà nei Monti Garbi, mettendo le basi per quella che oggi è una grande realtà aziendale.

“Avevamo tanta voglia di fare, ma zero esperienza. Grazie anche ai consigli preziosi di amici, come Romano Dal Forno, l’avventura è iniziata”.

Non capita spesso di sentir parlare di altri produttori con ammirazione e affetto, e anche questo piace, di Tiziano e dei suoi fratelli: la capacità di riconoscere il talento degli altri, l’umiltà di imparare, la tenacia nel migliorare sempre la qualità dei prodotti.

E con classe, una qualità rara di questi tempi, Tiziano preferisce evitare i giudizi sui produttori che lavorano con scarsa competenza, guardando piuttosto ai grandi produttori suoi colleghi, che come lui hanno l’obiettivo di far conoscere al mondo le eccellenze di queste terre.

Tenuta Sant’Antonio offre una gamma di vini tutti rigorosamente di propria produzione, e spazia dai tradizionalissimi Amarone e Valpolicella Ripasso all’intrigante e innovativo Scaia, alla linea naturale Télos.

La linea naturale Télos
La linea naturale Télos

I vini della tenuta hanno grande personalità e trovano molto spesso una nicchia nelle maggiori guide di tutto il mondo. I Castagnedi fanno anche parte delle famiglie dell’Amarone d’Arte, per la promozione della vera cultura dell’Amarone di qualità nel mondo.

Télos è uno dei progetti più innovativi di Tenuta Sant’Antonio, e nasce dalla volontà di proporre ai consumatori un vino più salutare e naturale, mantenendo inalterata la qualità. Télos è un brand di prodotti senza aggiunta di solfiti, che mantiene inalterate tutte le qualità che fanno di un vino un grande vino, aggiungendone una: la purezza.

Questa scelta si traduce in un vino dal sapore complesso e intenso, dagli aromi più fini.

Assaggiare questi vini, con la guida esperta di Tiziano e dei suoi fratelli, significa fare un viaggio negli aromi, scoprire le sfumature, apprezzare la genuinità. Insomma, divertire i propri sensi. Fanno parte della linea Télos Il Bianco, Télos Il Rosso Valpolicella Superiore e il grande nobile Télos L’Amarone.

Telos 2016 è stato selezionato tra i vini che compaiono nel “The WineHunter Award”, la guida online ai prodotti vitivinicoli più prestigiosi del paese, ideata da Helmuth Köcher, presidente del Merano WineFestival.

Si possono fare degustazioni e visite alla cantina tutti i sabati. Ma anche in altri giorni, prenotando e contattando l’azienda all’indirizzo info@tenutasantantonio.it.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *