Tempo di lettura: 2 minuti

Verona. Visitatori provenienti da tutto il Mondo sono pronti a invadere i padiglioni di Vinitaly il 52° salone dei vini e distillati in programma alla fiera di Verona dal 15 al 18 aprile, il più grande salone al mondo per metri quadrati e presenze estere dedicato al settore del vino e dei distillati.

Saranno più di 4.200 le case vinicole presenti, Vinitaly si presenta come un unicum espositivo a livello internazionale grazie alla  contemporaneità di Sol&Agrifood, Salone internazionale dell’agroalimentare di qualità, rassegna interattiva che attraverso cookingshow, momenti educational e degustazioni valorizza in chiave business le peculiarità dell’agroalimentare e l’olio extra vergine d’oliva in particolare, e di Enolitech, appuntamento internazionale con la tecnologia innovativa applicata alla filiera del vino e dell’olio.

Il tutto legato da un ensemble di chef stellati, proposte di wine&food pairing, degustazioni di livello  internazionale che fanno di ogni edizione di Vinitaly una annata irripetibile con una serie di appuntamenti e approfondimenti. L’obiettivo dichiarato è quello di essere sempre più strumento business per le imprese del comparto.

Diventato ormai un appuntamento fisso per gli appassionati, il programma del fuori salone di Vinitaly si  conferma coinvolgente, con il suo mix di wine&food, cultura e spettacolo. Da venerdì 13 a lunedì 16 aprile, quattro giorni di eventi da vivere anche sui social e fuori città, con Vinitaly and the City a Bardolino, Valeggio e Soave.

Se il business è in fiera, per i wine lover dal 13 al 16 aprile c’è il fuori salone Vinitaly incontri culturali e spettacoli musicali, Tra gli eventi Sorsi d’Autore, che nello splendido Cortile del Mercato Vecchio propone assaggi di pregiati vini in compagnia dei migliori autori del panorama editoriale italiano, divulgatori, attori.

Appuntamento con la scienza a “GoTo Science” con un gioco di parole che mescola il goto di vino veronese con l’inglese, negli spazi della Loggia di Giocondo. Il format ideato dall’Università di Verona porta la Ricerca dalla medicina alle scienze umane, dall’economia alla biotecnologia fuori dalle aule universitarie, raccontandola davanti a un buon vino, mostrando quanta scienza sia condensata in un bicchiere, ammirando le opere d’arte in cui il vino è raffigurato, spiegando le strategie di marketing che reso il vino italiano così competitivo sul mercato mondiale o approfondendo il  rapporto tra vino e salute.

Vinitaly and the City offer anche la prospettiva di una degustazione a 80 metri di altezza con vista panoramica di Verona dalla Torre dei Lamberti, ad accesso gratuito per i possessori del ticket degustazione.

Il programma.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *