Tempo di lettura: 2 minuti

Bologna – Dialoghi e confronti tra storia e contemporaneità sono il fulcro dell’evento organizzato nella Talk Area di Arte Fiera, il talk intitolato Archivio: visione, progetto, sistema. A cura di CUBO e Centro Unipol Bologna.

L’incontro, moderato da Angela Memola, vedrà la partecipazione di Cristina Baldacci, Ilaria Bignotti, Marco Scotti e Valentina Rossi per MoRE museum, Eleonora Frattarolo, Christian Caliandro, e approfondirà il tema dell’archivio e della catalogazione, del censimento e della autenticazione dell’oggetto artistico, riconoscendo nella pratica di archiviazione un modo e un metodo, tra i tanti possibili, di studiare la storia dell’arte.

Archiviare il non realizzato: il caso del MoRE museum è il titolo dell’intervento di Marco Scotti e Valentina Rossi. MoRE. a Museum of refused and unrealised art projects è un museo digitale che raccoglie, conserva ed espone on-line progetti non realizzati di artisti del XX e XXI secolo. Il museo raccoglie ed espone progetti rimasti incompiuti per motivazioni tecniche, logistiche, ideologiche, economiche, morali o etiche, oppure semplicemente utopici o impossibili da realizzare, appositamente pensati per occasioni specifiche, in precisi contesti anche se non necessariamente su committenza. Lo scopo di questo progetto è valorizzare e conservare attraverso i documenti e i materiali raccolti che ricostruiscono, insieme alla scheda realizzata dal curatore, i progetti mai realizzati. Attraverso ricerche, articoli, seminari e pubblicazioni MoRE vuole inoltre studiare i progetti conservati, sfruttando appieno tutte le potenzialità attuali del web.

Questa sarà l’occasione per ripercorrere i primi sei anni di attività, tra opening virtuali, ricerche, mostre, residenze conferenze e progetti futuri: in occasione di Arte Fiera 2018 sarà infatti presentata la mostra virtuale di pittura non realizzata a cura di Valentina Rossi, con i progetti di Riccardo Baruzzi, Thomas Braida, Andrea Kvas e Eugenia Vanni.

Nei suoi primi cinque anni di vita MoRE, il museo virtuale dei progetti artistici non realizzati, ha acquisito progetti di artisti di rilievo internazionale nel panorama dell’arte contemporanea, che hanno aperto i propri archivi personali, e condiviso pubblicamente le loro idee che per qualche motivo non hanno visto la luce.

Il sito è composto da un archivio di progetti interamente in formato digitale reso possibile anche grazie alla collaborazione con il centro CAPAS dell’Università degli Studi di Parma, uno spazio riservato a esposizioni temporanee, e una sezione destinata a ospitare interventi critici e approfondimenti sul tema del “non realizzato”. Con questo obiettivo, intorno a MoRE si è costituito un network di professionisti provenienti dal mondo dell’arte contemporanea, storici dell’arte, critici, curatori e esperti del settore, che contribuiscono con le loro diverse professionalità alla crescita del progetto nell’ambito dell’associazione culturale Others.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *