Tempo di lettura: 2 minuti

Cadeo, Piacenza. “La nostra è la terra di Giuseppe Verdi, genio della musica che appartiene all’umanità intera, ma anche accorto imprenditore agricolo e buongustaio raffinato: qui egli abitò e compose tutta la vita, qui acquistò e gestì oltre mille ettari di poderi.” È il biglietto da visita dell’associazione Terre Traverse che organizza il “mese Verdiano” con una serie di appuntamenti dedicati al grande maestro.

Si inizia sabato 23 giugno alle ore 21,30, con il concerto dei vincitori del 56° Concorso Internazionale Voci Verdiane “Città di Busseto”, al Podere Castello a Cadeo, in onore e memoria del Maestro Carlo Bergonzi, Sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica.
Per raggiungere il Podere Castello a Cadeo, Piacenza: percorrere la Via Emilia, in località Cadeo svoltare nel centro del paese in direzione Carpaneto: l’Azienda Castello è avanti 100 m, sulla destra, confinante con la Chiesa Parrocchiale. Biglietti: posto unico 8 euro; ridotto studenti 4 euro.

Sabato 30 Giugno, ore 18 sempre all’azienda agricola Podere Castello di Cadeo, la presentazione del libro, edito da Garzanti, Meno grigi, più Verdi. Come un genio ha spiegato l’Italia agli Italiani del giornalista della “Stampa” Alberto Mattioli.

Domenica 1 Luglio, ore 21,30 – Agriturismo “Battibue” di Fiorenzuola d’Arda, poetico spettacolo per adulti e bambini Il piccolo Verdi del Teatro Medico Ipnotico con i burattinai Patrizio Dall’Argine e Veronica Ambrisini, il pianista Enrico Padovani.

Ma la terra del maestro Verdi è anche di buon cibo e di gente ospitale, di paesaggi autentici e di storia antica, un territorio rurale compreso tra la Via Emilia romana, l’Appennino e il Po, al confine tra il Piacentino e il Parmense, un tempo uniti nel Ducato di Parma e Piacenza: una terra capace di nutrire il corpo e lo spirito.

In questa ottica Venerdì 13 Luglio, ore 20,30 al Castello di San Pietro in Cerro, Verdi tra le stelle, cena gourmet con le ricette di casa Verdi.

Sabato 14 Luglio, ore 21,30 Agriturismo e Museo Contadino “Casa della Memoria Casella, a San Protaso, l’omaggio, nell’anno rossiniano del centocinquantenario della morte Rossini, Verdi, la grande lirica e la cucina italiana, con parole e musica a cura del Maestro Ennio Cominetti, autore del libro “Ah, che bel vivere… Guida ai piaceri della tavola e ai luoghi del grande Rossini”, edizioni EurArte, e il soprano Ayako Nishiyuki.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *