Brescia – “Sport per tutti” è lo slogan dell‘UISP che domenica 3 aprile organizza la 32° edizione del Vivicittà, corsa podistica per runner allenati e tutti coloro che vogliono passare una giornata all’aria aperta in città.

Dopo un anno di assenza, torna a Brescia Vivicittà, la corsa per tutti dell’Uisp, caratterizzata da un forte impegno sociale, civile e ambientale, partenza ed arrivo in Piazzale Arnaldo, il percorso di snoda tra le vie del centro storico. Vivicittà è una manifestazione podistica internazionale si correrà in contemporanea in decine di città italiane ed estere a Brescia prevede la gara competitiva di 12 km, valida come Campionato Provinciale Fidal, e la parte non competitiva ludico-motoria di km 6.corsa-sport-ginnastica

Il Vivicittà 2016 con lo slogan “Lo sport veicolo di solidarietà e di pace”, gode del patrocinio del Comune di Brescia ed è realizzato in collaborazione con Emergency, RadioVera/RadioBruno, Fiasp e sostenuto dalla Centrale del Latte di Brescia, SportLand e Alpori e Festa.

La partenza è fissata per le ore 10.30 in Piazzale Arnaldo e le iscrizioni si ricevono in sede Uisp in Via Berardo Maggi, 9 tel. 03047191 per la non competitiva al costo del pacco gara di € 5, mentre per la gara agonistica con il pacco gara a € 10 per email a iscrizioni@fidalbrescia.it o per fax 0305109982.

Un euro per ogni partecipante è destinato al progetto Uisp – Emergency in favore dei rifugiati siriani. 

Ma non è tutto, la domenica successiva, 10 aprile, 300 studenti correranno assieme ai detenuti e gli agenti di custodia lungo un apposito percorso al carcere di Verziano, è un modo per fare del carcere un luogo meno coercitivo e di riabilitazione, anche attraverso lo sport.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.