Buone notizie per gli appassionati cultori della lingua italiana e delle sue trasformazioni.

Grazie a una collaborazione fra Cnr e Accademia della Crusca è disponibile online un vocabolario storico.

Il vocabolario storico registra e spiega le parole di una lingua così come si presentano nella documentazione storica (opere a stampa e manoscritte, lettere, documenti, leggi, regolamenti ecc.) in tutta la storia di una lingua o in un particolare periodo.

Non propone quindi un modello di lingua, né suggerisce quali parole si dovrebbero usare e in che modo, ma ‘racconta’, studiando la documentazione , quali parole si sono usate, con che significati e in che modi.

Il vocabolario storico è la fonte principale per sapere quando una parola è entrata nella lingua, o quando si è cominciato a usarla con un certo significato.

Il Tesoro della Lingua Italiana delle Origini (TLIO) è un vocabolario storico dell’italiano antico, basato su tutta la documentazione disponibile a partire dal primo documento che si può dire italiano (sia pure con qualche dubbio), cioè l’Indovinello veronese dell’inizio del secolo IX, fino alla fine del Trecento (termine simbolico, che però si oltrepassa liberamente, è il 1375, anno della morte di Boccaccio).

Il vocabolario conta oggi 30.000 voci e la dimensione totale prevista dovrebbe attestarsi fra le 50mila e le 60mila voci. 

Macri Puricelli
Nata e cresciuta a Venezia, oggi vivo in mezzo ai campi trevigiani. Fra cani, gatti, tartarughe, tre cavalle e un'asina. Sono laureata in filosofia e faccio la giornalista da più di trent'anni fra quotidiani e web. Dal 2000 mi occupo della comunicazione on e offline di Cassa Padana Bcc e dallo stesso anno dirigo Popolis. Quanto al resto...ho marito, due figli e tanti tanti animali.