Tempo di lettura: 2 minuti

Castelvetro, Piacenza. Le storie di donne eccezionali vanno raccontate, perché il loro esempio di vita sia stimolo per la nostra società ancora troppo segnata dalla violenza sulle donne.

In occasione della giornata internazionale della donna presso la Sala Locatelli a Castelvetro Piacentino andrà in scena lo spettacolo “Voci di Donne”, la storia di donne eccezionali, giovedì 7 marzo alle ore 21 Un evento organizzato dall’associazione Ge.Ka genitori di Castelvetro: le attrici Chiara Tambani, Morena Mazzini e Letizia Bonventre daranno voce a donne eccezionali, che hanno vissuto la vita con coraggio, passione, e una dose smisurata di amore, fino, in alcuni casi, al sacrificio di sé stesse.

Ci narreranno la loro storia: 

Lady Diana, principessa sì, ma non certo di una favola meravigliosa!

Francesca Morvillo, magistrato e moglie del giudice Giovanni Falcone, uccisa insieme al marito nella strage di Capaci del 23 maggio 1992.

Franca Viola, coraggiosa donna siciliana che per la prima volta, nel 1966, rifiutò il “matrimonio riparatore” e portò in tribunale l’uomo che aveva abusato di lei.

Margherita Hack, la celebre astrofisica fiorentina che studiava il cielo per cercare di comprendere meglio la vita sulla terra.

Jeanne Hebuterne, pittrice e compagna di Amedeo Modigliani, dedicò la sua vita all’arte e al suo “Modì”, a cui fu legata da un amore tanto intenso quanto disperato.

Anna Marchesini: grande attrice e autrice teatrale che fino all’ultimo respiro ha amato tutto della vita, anche la morte, come lei stessa ha dichiarato.

I testi sono di Mauro Monni, autore, attore e regista fiorentino. Nella seconda parte dello spettacolo andranno in scena due monologhi scritti da Chiara Tambani, che danno voce a donne che, con entusiasmo e ironia, hanno saputo trasformare la loro fragilità in un punto di forza e in amore per gli altri.  I due testi sono interpretati dalle attrici Ilaria Miglioli e Valentina Pigoli.

Uno spettacolo tutto al femminile per raccontare di donne che, con il loro esempio e la loro tenacia, hanno sicuramente contribuito a rendere migliore questo mondo.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *