Tempo di lettura: 3 minuti

Collebeato (Brescia) – Da venerdì 31 a domenica 2 settembre la Pro Loco Collebeato, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, organizza la quarta edizione delle serate dedicate alla degustazione di birre artigianali, il tutto accompagnato da gastronomia a tema e musica di intrattenimento.

Venerdì 1 settembre la proposta musicale è dedicata alla rassegna Colle Metal con la partecipazione dei gruppi Damnation Gallery, provenienti da Genova, e In Tormentata Quiete, da Bologna.

Damnation Gallery
La band nasce nel 2016 dalle ceneri di Insanity Hazard e STAG e riflette le volontà di Luca Scovazzi (Low), Edoardo Napoli (Lord Edgard), Francesca Queirolo (Scarlet) e Federico Nascosi (Naskull) di esprimere liberamente il proprio estro creativo.

Per troppo tempo relegati in una formula musicale stantia, hanno deciso di voltare pagina e di dare vita a uno scenario musicale horror, condito dai gusti personali di ognuno dei membri.

La passione per il metal inglese e il black/thrash metal di Lord Edgard si fonde perfettamente con i gusti NWOBHM di Low, l’attitudine death metal di Scarlet e la furia thrash metal di Naskull, il tutto condito da una forte presenza scenica, con elementi teatrali evidentissimi.

Le tematiche trattate provengono da situazioni del vissuto personale degli artisti: riguardano la vita in generale, paure e paranoie quotidiane, incubi e tutto quello che avete tenuto nascosto nel vostro profondo per troppo tempo.

In Tormentata Quiete
Il gruppo viene alla luce nel 1998 dall’idea di fondere la passione e la melodia, tipiche della tradizione popolare italiana, alla forza espressiva del metal estremo, per fare da colonna sonora al viaggio dell’Uomo nel mondo delle sue Emozioni.

Il viaggio inizia con il promo-CD “I Tre Attimi del Silenzio” (1999, autoprodotto), che descrive i tre momenti in cui l’uomo si trova veramente solo (Nascita, Morte, Masturbazione): un concept al tempo stesso affascinante e provocatorio in cui sono presenti i semi primordiali del sound che distinguerà il profilo musicale degli ITQ.

Il primo full lenght “In Tormentata Quiete” arriva nel 2003 (Dawn of Sadness) per narrare un Uomo che nella sua solitudine si pone domande sulla sua esistenza (“L’idea. Che nasce. E scava. In me”); le sonorità sono tipiche di un black metal sinfonico con venature neo-folk.

La successiva tappa del cammino prende forma con “TeatroElementale” (2009, MyKingdomMusic): finalmente l’Uomo prende coscienza/conoscenza di sè, ritrovando la voglia di tornare a vivere smettendo di sopravvivere (“Io sono l’Uomo che vive la vita, coltiva l’Anima e viene spinto dal Cuore. Per Sempre), dove la narrazione è accompagnata da una musicalità che si evolve verso uno stile più progressivo e d’avanguardia.

Vivere è provare emozioni e la voglia di raccontare emozioni. Ciascuna emozione sarà rappresentata da un colore: il Blu, colore dell’Ispirazione, viene raccontato nel singolo “Il Profumo del Blu” (2011, autoprodotto), che anticipa l’album “Cromagia” che verrà alla luce nell’autunno 2014.

Mai fermarsi, finito un viaggio ne parte un altro: Finestatico (2017, My Kingdom Music), un cammino attraverso il cosmo racchiuso dentro di noi, dove ciascun punto vitale diventa una parte del cosmo. Musiche che si originano dal buio ancestrale che tornano a risplendere in nuove e articolate armonie, come astri che illuminano ed oscurano le umane Scienza, Coscienza e Conoscenza.

Non c’è molto altro da dire su di noi: chi desidera intraprendere un viaggio nella paura… beh… non deve fare altro che unirsi a noi. – In Tormentata Quiete.

Il programma del Festival prosegue sabato 2 settembre con il concerto del gruppo Frenzy Band, cover band con repertorio dagli anni ’70 agli anni ’90. Impatto scenico, entusiasmo, energia e divertimento sono gli ingredienti che caratterizzano la Coverband dei Frenzy: una delle band più originali ed apprezzate sul territorio bresciano e non solo!

Il loro repertorio risulta soddisfare qualsiasi esigenza di clientela dal momento che passano da brani dance degli anni ’70-’80-‘90 alle hit di oggi senza trascurare i classici gruppi rock e rockabilly che hanno caratterizzato la musica italiana ed internazionale.

Domenica 3 settembre infine appuntamento con il concerto del gruppo The Rookies Blues Band, con repertorio di classici ’50 – ’60 -’70. Blues a 360 gradi, ispirato allo stile inconfondibile del grande BB King, con forti influenze di Eric Clapton, Robben Ford, Stevie Ray Vaughan.

Birra sì, ma non solo quella quindi al Collebeato Festival. Un bel programma davvero denso e ricco di appuntamenti musicali!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *