Tempo di lettura: 2 minuti

Darfo Boario Terme, Brescia. Per diffondere la cultura del rispetto si apre il bando della Commissione Cittadina per la Pari Opportunità di Darfo Boario Terme, con lo fine di sensibilizzare al tema della discriminazione tra uomo e donna in tutte le sue declinazioni.

Il 25 novembre prossimo si celebrerà la prima Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne dell’era “Covid-19”. Una ricorrenza che non può passare in secondo piano, ma che si deve confrontare con le disposizioni normative di prevenzione dell’emergenza sanitaria.

Il bando di concorso, interamente pubblicato sul sito del Comune di Darfo Boario Terme, prevede tre diverse sezioni: la prima è dedicata alla produzione di un video (clip, spot, docufilm…) della durata massima di 5 minuti.

La seconda propone l’uso del linguaggio grafico per progettare una campagna di sensibilizzazione, chiedendo la produzione di storie a fumetti, strisce …; la terza invita a trattare il tema condiviso per mezzo della fotografia.

Le tre sezioni suggeriscono ai giovani partecipanti percorsi di approfondimento e di espressione artistica dei diversi aspetti relativi al tema proposto: i vantaggi della parità tra uomo e donna, il superamento degli  stereotipi di genere, della violenza, delle discriminazioni in famiglia, sul lavoro, in politica, nella società.

I giovani (da soli, in coppia o in gruppo) potranno partecipare presentando la domanda secondo la procedura indicata dal bando stesso, pubblicato sul sito comunale entro e non oltre le ore 12,00 di venerdì 11 dicembre 2020.

La giuria, composta da membri della Commissione e da esperti di settore, valuterà i lavori presentati in base all’adesione al tema, alla efficacia comunicativa e alla originalità, considerando altresì la facilità di lettura del messaggio e la qualità di esecuzione.

Il primo classificato di ciascuna sezione, secondo il giudizio insindacabile della giuria, si aggiudicherà un premio di 1.000 Euro. Una nuova iniziativa per non lasciare in silenzio le voci di coloro che chiedono parità, uguaglianza e rispetto, per sensibilizzare al tema e  per valorizzare il talento e le competenze delle ragazze e dei ragazzi.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.