Tempo di lettura: < 1 minuto

E’ ancora possibile presentare domande sul bando nazionale “voucher TEM digitali”, dedicato alle imprese che vogliono espandersi o consolidarsi sui mercati esteri. Ad oggi sono arrivate oltre 2.000 domande, la Farnesina fa sapere che sarà possibile ricevere altre 200 domande con la dotazione disponibile (50 milioni di euro).

La misura finanzia l’inserimento in azienda di figure specializzate – i temporary export manager (TEM) con competenze digitali – in grado di accompagnare e potenziare i processi di internazionalizzazione.

Il bando è riservato alle piccole imprese del settore manifatturiero, con meno di 50 addetti e con sede legale in Italia, anche costituite in forma di rete.

Il voucher previsto ammonta a 20 mila euro per impresa (40 mila per le reti) e passa a 30 mila euro, se vengono raggiunti gli obiettivi previsti di crescita di fatturato export e di quota delle esportazioni sul fatturato totale.

Le attività di consulenza possono riguardare:

  • analisi e ricerche sui mercati esteri;
  • l’individuazione e l’acquisizione di nuovi clienti;
  • l’assistenza nella contrattualistica per l’internazionalizzazione:
  • l’incremento della presenza nelle piattaforme di e-commerce:
  • l’integrazione dei canali di marketing online;
  • la gestione evoluta dei flussi logistici.

Per utilizzare il voucher, le imprese dovranno stipulare con i Temporary Export Manager, o le società di TEM, iscritti nell’apposito elenco del Ministero, contratti di consulenza per l’internazionalizzazione della durata minima di un anno (2 anni per le reti).