Valle Camonica, Brescia. Dopo Soul of the wall_Cevo 2018, Eron, l’artista di Street Art, ha lasciato alla Valle Camonica e alla piccola comunità della Valsaviore, Wall in Art – Muri d’arte nella Valle dei Segni 2018 prosegue dal 3 al 25 settembre con la presenza di altri tre artisti riconosciuti e apprezzati che lavoreranno su altrettanti muri nei comuni di Malegno e Angone di Darfo Boario Terme.

Il Distretto Culturale di Valle Camonica, ente promotore del progetto Wall in Art, che dal 2015 porta in maniera diffusa sui muri del territorio opere e firme prestigiose della street art, tornerà ad ospitare artisti di fama internazionale in grado di contraddistinguersi per la qualità della loro ricerca e poetica e per la loro la peculiarità di lavorare sempre site specific, realizzando opere pensate appositamente per inserirsi nei luoghi che le accolgono.

A riaprire l’edizione 2018 della rassegna sarà lo spagnolo Borondo che dal 5 al 12 settembre sarà a Malegno. Sul grande muro che si affaccia su Piazza Padre Zaccaria Casari, un punto chiave per il piccolo Comune, crocevia tra la chiesa parrocchiale e uno degli ingressi al centro storico, e teatro di tante attività e iniziative di tutta la comunità, l’artista interpreterà, con il suo stile pittorico e tonale e la sua personalissima tecnica che combina pittura e incisione, lo spirito del luogo, mettendone in luce la componente sacra e quella pagana. Classe 1989, Gonzalo Borondo vanta la realizzazione di numerose opere pittoriche e installazioni di arte pubblica in tutto il mondo: in Spagna, Italia, Inghilterra, USA, Turchia, Ucraina, Portogallo, Australia, Hawaii, India, Polonia, Svezia, Norvegia, Danimarca, Francia, Brasile.

Terminato l’intervento a Malegno Wall in Art si sposterà ad Angone di Darfo Boario Terme, nel quartiere di Via Silone: Ozmo dal 12 al 19 settembre realizzerà la sua opera sulla parete all’ingresso del quartiere, mentre Collettivo FX lavorerà su una parete nel cuore del Villaggio tra il 20 e il 25 settembre.

Le comunità avranno la possibilità di seguire passo dopo passo lo sviluppo dei lavori rapportandosi direttamente con gli artisti. Molti dei residenti del quartiere di Via Silone ad Angone hanno già avuto modo di conoscere e dialogare con gli artisti Ozmo e Collettivo FX nel corso di un incontro avvenuto nel mese di luglio, mentre Borondo, prima di mettersi a lavorare sul muro di Malegno, dedicherà qualche giorno per trascorrere tempo prezioso insieme alla comunità della Media Valle Camonica. Trovarsi nel cuore delle comunità permetterà agli artisti di visitare i luoghi in maniera più approfondita, addentrandosi nel patrimonio e vedendolo anche con lo sguardo di chi lo vive, traendo così ulteriori spunti per l’elaborazione delle opere.

Anche nel corso di questa nuova edizione si rinnoverà la proficua collaborazione con gli istituti scolastici del territorio: gli studenti della Valle Camonica verranno coinvolti in incontri-dialogo con gli artisti, e le classi invitate a visitare i cantieri d’arte. Il 19 settembre è previsto un incontro alla Scuola Media Statale “Ungaretti-Tovini” di Darfo Boario con Ozmo e Collettivo FX.

BORONDO_Gonzalo Borondo nasce in Spagna nel 1989. Dal 2007 dipinge nello spazio pubblico, spinto dalla volontà di confrontarsi con una dimensione collettiva e di esplorare la relazione complessa tra Arte e “Pubblico”.

OZMO_È nato a Pontedera, in Toscana, nel 1975. Dopo gli studi all’Accademia delle Belle Arti di Firenze, si trasferisce a Milano dove comincia a collaborare con alcune gallerie della città, firmandosi con il suo nome di battesimo e presentando lavori dalla forte connotazione pittorica.

Il Collettivo FX, dalla profonda provincia di Reggio Emilia, opera dal 2010 sulle più svariate superfici e contesti senza porsi limiti se non quello di svelare e preservare le storie delle comunità.