Tempo di lettura: 1 minuto

Tutto era iniziato per capire davvero cosa ci fosse dietro l’orrore delle Torri Gemelle. C’era davvero un complotto?

A caccia di bufale e di verità ci si è messo anche un giornalista scientifico molto noto per la sua dedizione a smascherare bufale o fake news: Paolo Attivissimo che già firma il seguitissimo Disinformatico.

Attivissimo, all’indomani dell’attentato aveva aperto un blog per cercare la verità. Il risultato, oggi, sono oltre 300 risposte alle domande su ciò che avvenne prima, dopo e durante l’11 settembre 2001 e un cambio di rotta del blog.

Perché Paolo Attivissimo è certo: i complottisti dell’11 settembre hanno fallito.

Invece di stimolare il dibattito e l’indagine sui veri punti oscuri dell’11/9, scrive Attivissimo, “avete sprecato la vostra occasione blaterando di ologrammi, aerei fantasma, microonde dallo spazio e nanotermite magica: al vostro repertorio mancavano soltanto gli unicorni mannari invisibili. Per cui vi saluto. Andate pure avanti senza di me”.

Il blog Undicisettembre, al quale il giornalista ha dedicato molti anni insieme a molti colleghi, ha da tempo voltato pagina e sta pubblicando una serie di interviste personali ai testimoni diretti degli attentati e delle loro conseguenze: i vigili del fuoco Lenny Curcio, Dan Potter e John Picarello, il soccorritore Daniel Nimrod, il giornalista Jamie McIntyre, l’ufficiale di polizia Jacqueline Padilla Curcio, i sopravvissuti Jean Potter e Gina Lippis, e tanti altri.

“Queste sono le vere voci dell’11 settembre”, spiega Attivissimo, “loro erano lì; il resto è solo lo schiamazzo degli sciocchi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *