Tempo di lettura: 3 minuti

Ferrara. Lo spazio teatrale Ferrara Off dedica il weekend alla formazione, intesa come sempre in chiave intergenerazionale e partecipata, con due workshop rivolti ai bambini e alle loro famiglie e una serata speciale, per scoprire i testi originali prodotti dagli allievi del corso di scrittura teatrale.

Ecco il programma:

Venerdì 24 marzo. Si chiama “Chi ha paura della drammaturgia?” la performance aperta al pubblico che si terrà venerdì 24 marzo alle 21 e che concluderà il corso di scrittura teatrale condotto da Chiara Tarabotti, avviato lo scorso novembre. I suoi allievi – Arianna Campanini, Paola Crepaldi, Beatrice Ferrara, Patrizia Fiorini, Davide Paganini, Ghila Pancera e Giuseppina Sandri – presenteranno per la prima volta in pubblico il frutto del lavoro svolto assieme, dialoghi a più personaggi incentrati su passioni forti. “Il tema che abbiamo sviluppato è stato quello della paura, vero e proprio nervo scoperto del contemporaneo, declinato nelle sue più varie accezioni” spiega l’insegnante, autrice e regista, tra i fondatori a Milano della compagnia LeCall Theatre.

Ad interpretare i testi originali saranno Mattia Antico e Nella Baglivo, allievi del laboratorio teatrale per adulti condotto dall’attrice Roberta Pazi. Altri testi prodotti con l’accompagnamento di Chiara Tarabotti verranno utilizzati nei prossimi mesi da chi ha partecipato ai corsi promossi nella stagione 2016/2017 da Ferrara Off. L’ingresso alla serata è libero. Per informazioni e prenotazioni scrivere a info@ferraraoff.it oppure telefonare al numero 3336282360.

Sabato 25 marzo e sino al 23 aprile. Se le opere d’arte potessero parlare cosa racconterebbero? Comincia sabato 25 marzo il laboratorio teatrale per bambini “Essere o non essere Picasso”, per esplorare in modo insolito e divertente il mondo dell’arte contemporanea. Condotto da Officina teatrale A_ctuar – compagnia attiva dal 2009 in ambito sperimentale e pedagogico, diretta dal regista argentino Carlos Branca – il percorso si articolerà in quattro incontri e nello spettacolo finale.

Si partirà dalle opere più famose e significative del Novecento per esplorare attraverso giochi e improvvisazioni le potenzialità del corpo e della voce, stimolando nei piccoli partecipanti capacità percettive e senso critico, facilitando l’espressione della creatività e dell’emotività individuale all’interno di un’esperienza di gruppo. «L’obiettivo primario – spiegano gli educatori – è fare in modo che i bambini conoscano sé stessi e approfondiscano il rapporto del sé con gli altri, accrescere la loro autostima e favorire la loro crescita sociale in un ambiente protetto, ludico e non competitivo».

Gli incontri per i bambini tra i 6 e i 9 anni si terranno dalle 14.30 alle 17, di sabato pomeriggio, dal 25 marzo al 22 aprile. Gli incontri per i ragazzi tra i 10 e 12 anni si terranno alla stessa ora, dalle 14.30 alle 17, di domenica pomeriggio, dal 26 marzo al 23 aprile. Il quinto appuntamento per entrambi i gruppi si terrà domenica 30 aprile, dalle 18 alle 22, comprenderà le prove e successivamente messa in scena di un piccolo spettacolo che riassumerà il lavoro svolto, un momento aperto da vivere assieme alle famiglie.

L’iscrizione al laboratorio costa 130 euro, 10 la tessera associativa di Ferrara Off. Comprende l’assicurazione, i materiali teatrali e la merenda. Per informazioni e iscrizioni scrivere a baronerampanteactuar@gmail.com oppure telefonare ai numeri: 3404905137, 3384773055.

Domenica 26 marzo. Danzare assieme per stimolare la comunicazione non verbale tra madri e figli, affinare la percezione e l’ascolto dell’altro: si terrà domenica 26 marzo dalle 10 alle 13 l’ultimo dei tre appuntamenti curati dalla danzatrice Elisa Mucchi per il workshop “Oi_Oui_We”.

Mentre i primi due incontri erano stati dedicati rispettivamente al tema del suono e del riconoscimento, il tema che verrà affrontato in occasione della terza e ultima giornata del workshop sarà il contatto e la relazione. Per iscriversi non è necessario aver frequentato l’intero percorso, che è stato predisposto per essere fruito efficacemente anche nei singoli appuntamenti. Il costo per la coppia è di 40 euro per i soci di Ferrara Off, 60 euro comprensivi delle due tessere 2017 per i non soci.

Chi vorrà potrà inoltre donare l’iscrizione al workshop tramite la gift card Regalo Off – dal valore di 50 euro, tuttora acquistabile presso il teatro. La gift card comprende l’iscrizione di due partecipanti, le due tessere associative e la shopper del teatro. Per informazioni e iscrizioni scrivere a elisa.mucchi@gmail.com oppure telefonare al numero 3333613285.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *