Tempo di lettura: 2 minuti

Mi scrive la mamma di Winky, anni 3

Questo cucciolo è già passato dalla fase dello “scarabocchio non intenzionale” (cioè la fase in cui i bimbi lasciano tracce con qualsiasi mezzo, su qualsiasi superficie, ma senza dare il nome o specificare quello che volevano riprodurre) alla fase di “scarabocchio intenzionale”, con attribuzione di nome a ciò che si è formulato sul foglio.

Questo significa che l’età anagrafica e quella mentale sono di pari passo. L’uso dello spazio è ottimale, il che vuol dire che questo personaggio non ha remore, o paure, se non quelle normali, alla sua tarda età. In più, la pressione è notevole, ben marcata, con assottigliamenti e pastosità ben visibili: indicazione dell’essere sensibile (un po’ più della media), intuitivo ed attento a quello che accade attorno.

La memoria è di tipo auditivo/visivo, e – se fosse mio nipote – gli farei ascoltare tanta buona musica…può uscirne il desiderio di suonare bene qualche strumento, fra qualche anno.

Alcune inchiostrazioni fanno capire che, ogni tanto, Winky ha reattività colleriche, anche esplosive…ma anche questo è retaggio dell’età.
A tre anni, la frustrazione non può essere metabolizzata.

Nel complesso, questo soggetto mi pare adeguato all’età, piuttosto spigliato, deciso e ben capace di imporsi all’habitat. Forse, ingigantisce un po’ le cose, come fanno tutti coloro che sono un po’ più sensibili della media…ma basta essere fermi, soprattutto nei “no” per ristabilire l’equilibrio.

Una sola raccomandazione, se posso permettermi: che nell’ambiente ci sia una ferrea congruenza di atteggiamenti. Questo bimbo mi pare un po’ troppo capace di “girarsi sul dito” gli adulti che gli stanno attorno. Sarà bene, quindi, che gli adulti stessi si attivino per non dare risposte contraddittorie; per offrire un’immagine di sicurezza e di stabilità.

Un’ultima indicazione: a Winky gli urli non piacciono nemmeno un pochino; e siccome gli danno un bel po’ fastidio, può darsi che, per ottenere, si metta ad urlare…

CONDIVIDI
Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *