Popolis aveva dato la notizia prima della partenza dell’avventura di XTractor, l’avventura nelle terra africane su trattori guidati dai volontari dell’Arma dei Carabinieri, in collaborazione con l’associazione Amref. Xtractor Sudafrica è stato seguito da oltre 3 milioni di utenti online e ha anche permesso, grazie alla collaborazione con Amref, la realizzazione di un grande orto per la comunità di Ephraim Mogale e di un campo da calcio nel sobborgo di Sebokeng, nella cintura periferica di Johannesburg.Quarantanove giorni dopo la partenza il 3 aprile da Cape Town, la spedizione di Xtractor è riuscita nell’impresa di girare in lungo e in largo il Sudafrica in sella a quattro trattori alla scoperta della natura più selvaggia e per portare un messaggio di amicizia e umanità.

La carovana di trattori ha percorso quasi ottomila chilometri in condizioni spesso avverse, attraverso territori desertici, oltrepassando la savana con i suoi magnifici animali, lungo la costa e oltre le imponenti e lussureggianti montagne del drago, sempre accompagnata da un grande seguito sui social, con le oltre 50 video-pillole postate su Facebook e Youtube e “assaporato” i colori e le bellezze del Sudafrica attraverso le mille e più foto, caricate sui canali Facebook e Instagram. Il docu-reality ideato e diretto da Roberto Pinnelli e Luca Noris e prodotto da ID-ENTITY, uno dei Gruppi leader in Europa nella creazione, produzione e gestione di contenuti e servizi di comunicazione digitale

Oltre all’obiettivo di portare a termine il viaggio-avventura, la spedizione ha voluto dare un contributo solidale alla comunità sudafricana. Grazie alla collaborazione con Amref, Xtractor è riuscita, infatti, a realizzare i due progetti umanitari che si era prefissata: arare un grande campo per la comunità di Ephraim Mogale, dove Amref è presente con un ambulatorio mamma-bambino, e spianare un terreno nel sobborgo di Sebokeng, nella cintura periferica di Johannesburg, per dare agli oltre mille studenti del complesso scolastico di Khutlo Tharo un campo da calcio dove giocare e fare attività fisica.

Due occasioni di grande festa con ragazzi e ragazze sudafricani, che hanno così avuto la possibilità di entrare in contatto con la cultura italiana, oltre a ricevere in regalo palloni da calcio. In più gli abitanti di Ephraim Mogale e tutto il personale medico potranno mettere a frutto le

5mila piantine di pomodori, cipolle, spinaci, barbabietole e peperoni offerte dalla spedizione, per dare avvio alla coltivazione del grande orto. Questa comunità povera di braccianti, perlopiù immigrati da altri Paesi africani, aspettava da circa vent’anni i fondi per il dissodamento del terreno da semina.

Nella savana i trattori di Xtractor sono stati circondati da leoni, rinoceronti e tanti animali simbolo dell’Africa, hanno subito la carica di un elefante, prima di attraversare il KwaZulu-Natal, il regno degli zulù, dove partì la lotta non violenta di Ghandi che favorì l’emanazione di molte leggi contro la discriminazione razziale della locale popolazione indiana.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.