Brescia. Alla scoperta del Castello che non c’è più, questo è Zootropolis, un laboratorio di cinema d’animazione per bambini e ragazzi dagli 8 ai 14 anni, la proposta estiva di Avisco al Mo,Ca. in via Moretto, in programma nelle giornate di vacanza del 15 giugno, 6 e 20 luglio, 3 e 24 agosto, 7 e 21 settembre. Iscrizione obbligatoria.

Il laboratorio di cinema d’animazione pensato per liberare la fantasia, scoprire la storia di Brescia, imparare a realizzare una breve animazione e passare un pomeriggio in un vero e proprio laboratorio cinematografico.

Vi è mai capitato di sentire terrificanti ruggiti passeggiando tra le mura del Castello? Alzare lo sguardo e scorgere una giraffa tra le fronde degli alberi? Farvi un selfie con un cucciolo di elefante?

No? A voi forse sembra una favola. ma provate a chiedere a nonni e genitori! Per molti anni nella fortezza del colle Cidneo hanno abitato animali provenienti da tutto il mondo, chiusi nelle gabbie dello zoo cittadino. Ed allora come adesso, turisti e cittadini avevano l’abitudine di scattare foto ricordo per immortalare gli improbabili incontri della gita domenicale.

Durante il laboratorio i partecipanti avranno la possibilità di scoprire lo zoo bresciano attraverso fotografie d’epoca, gentilmente concesse dall’Archivio “Bruno Boni” di Brescia, e imparare la tecnica del cinema d’animazione, per dare nuova vita e libertà agli animali allora tenuti in cattività. Attravero la magia dell’immagine in movimento sarà possibile liberare non solo gli animali, ma anche la fantasia e realizzare dei brevi cartoon che saranno poi pubblicati on line e sui principali social.

Per partecipare è necessario iscriversi, inviando una mail a info@avisco.org con le seguenti informazioni: nome e età dei partecipanti, nome e cognome di un genitore o responsabile legale, numero di telefono, eventuali situazioni particolari. L’iscrizione è da ritenersi effettuata al ricevimento di una mail di conferma da parte della segretria. Per informazioni è possibile contattarci telefonicamente al 3395916232
L’iniziativa fa parte del progetto PF900 – Prossima Fermata 900

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.