venerdì 1 Marzo 2024

25 novembre / Bardolino si mobilita

Bardolino, Verona – L’eco del femminicidio di Giulia Cecchettin si fa sentire anche a Bardolino, dove è ancora vivo il ricordo dell’omicidio di Chiara Ugolini, la 27enne residente nella frazione di Calmasino uccisa dal vicino di casa il 5 settembre 2021.

In sua memoria la Bocciofila Bardolino, col patrocinio del Comune, ha organizzato per venerdì 24 novembre, dalle 14, un pomeriggio di attività con cena di raccolta fondi (su prenotazione) per il Telefono Rosa e per la Casa delle donne maltrattate di Milano.

Per riflettere sulle 105 donne uccise da inizio anno, in ricordo di Chiara e di Giulia, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bardolino promuove un pomeriggio di sensibilizzazione al Teatro Corallo, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. L’appuntamento, a ingresso libero e aperto a tutti, è per domenica 26 novembre alle 17.

Si partirà da un’analisi della Carmen di Bizet, il primo femminicidio della storia della lirica, con relatore il violinista Andrea Testa; l’incontro è inserito nella rassegna teatrale invernale del Comune, organizzata con l’Accademia di Teamus.

Poi prenderanno la parola alcuni amiche e amici di Chiara Ugolini, che portano avanti il progetto “Contrastare la violenza di genere in ricordo di Chiara Ugolini” e che in primavera, sempre a Bardolino, proporranno un incontro aperto alla cittadinanza. Infine, interverrà un operatore dell’associazione Telefono Rosa, che aiuterà i presenti a riconoscere la violenza di genere e darà informazioni utili su come chiedere aiuto.

«Siamo convinti che fare cultura su questo tema sia fondamentale ed è per questo che invitiamo i nostri concittadini al Teatro Corallo domenica: di fronte all’ennesimo femminicidio, la sensibilizzazione è ancora più urgente, così come la necessità di elaborare quanto accaduto», sottolinea l’assessora alla Cultura Domenica Currò.

Non solo: il Comune di Bardolino ha sottoscritto un protocollo operativo fra i Servizi educativi e sociali e l’Istituto Comprensivo “Falcone Borsellino” di Bardolino, diretto da qualche mese da Michele Bragantini.

«La finalità è quella di fare rete con la scuola per agire sul fronte dell’educazione affettiva dei ragazzi, valutarne lo sviluppo emotivo e per identificare precocemente eventuali segnali di disagio durante la crescita: abbiamo formalizzato la collaborazione, prima basata sulle buone prassi, per operare in più stretta sinergia», spiega Currò, delegata all’Istruzione e al Sociale.

Inoltre martedì 28 novembre debutterà con un open day a Villa Carrara Bottagisio (dalle 17.30 alle 20.30) il nuovo sportello d’ascolto psicologico “Contatto”, rivolto a giovani dai 14 ai 22 anni (e loro genitori) residenti a Bardolino e nei Comuni limitrofi. Sarà gratuito e condotto da Cecilia Franchini, psicologa e psicoterapeuta, che incontrerà i giovani dal primo martedì di dicembre su appuntamento (inviando una mail con nome, cognome, età e numero di telefono all’indirizzo dottssa.ceciliafranchini@gmail.com).

«È un ulteriore servizio che rendiamo disponibile alle famiglie e ai giovani del territorio, sostenendolo economicamente – evidenzia Currò –. L’ascolto è fondamentale per prevenire forme di disagio o malessere: la dottoressa Franchini garantirà fino a quattro colloqui individuali per ogni persona, aiutandola a trovare delle strategie per affrontare le difficoltà relazionali e lavorando sulle forme di disagio emerse con la pandemia, che ha impedito a molti ragazzi e ragazze di vivere un fondamentale periodo del loro sviluppo di vita».

Note sull'autore

[td_block_social_counter facebook="popolisweb" custom_title="Seguici" style=""]

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: