sabato 24 Febbraio 2024

Fiera di San Benedetto: biologico, benessere e natura nella bassa bresciana

Scegliere ogni giorno di vivere una vita in sintonia con la natura significa fare una scelta responsabile con sé stessi. In una società costantemente inquinata ed avvelenata, sempre più persone decidono di acquistare prodotti che garantiscano genuinità e sostenibilità ambientale.

Secondo i dati dell’Osservatorio SANA, la vendita di prodotti BIO ha avuto un incremento del +133% dal 2011 ad oggi in Italia. Durante la quarantena gli italiani hanno posto più attenzione alla loro salute, con un aumento di sensibilità che ha contribuito a orientare le scelte dei consumatori verso criteri più salutisti e controllati, anche soprattutto per quanto riguarda la sicurezza alimentare.
Il consumo di prodotti biologici o comunque naturali rappresenta un modo per dimostrare attenzione alla propria salute, rispettare il proprio territorio e salvaguardare l’ambiente. Una scelta consapevole e informata diventa uno stile di vita alla portata di tutti.

È in questo contesto che Fondazione Dominato Leonense ha promosso la diciannovesima edizione della Fiera di San Benedetto, mostra-mercato di prodotti agroalimentari biologici e naturali che ha l’obiettivo di valorizzare la produzione biologica di qualità ed essere una vetrina di prodotti, trattamenti ed attività del benessere, per ritrovare e mantenere l’equilibrio della mente, del corpo e dell’anima, nel rispetto della natura.

 

Prodotti biologici e naturali, ma non solo: riciclo creativo e artigianato, consulenze personalizzate, discipline olistiche, musica e buon cibo, il tutto nella splendida cornice del Parco di Villa Badia, sito archeologico del monastero di San Benedetto.

Tre giorni di manifestazione dedicati al benessere in tutte le sue forme. Una festa per tutti, nel corso della quale è stato possibile trovare il mercato dei prodotti bio e naturali, trattamenti olistici, attività del benessere ed un punto ristoro dove poter degustare piatti della cucina tradizionale bresciana.

La Fiera di San Benedetto ha aperto le sue porte venerdì 8 luglio alle 18.00 con la quarta edizione de La Notte del Benessere: una giostra di attività olistiche individuali e di gruppo per approcciarsi a numerose discipline come yoga, pilates, massaggi con campane tibetane, riflessologia plantare, shiatzu, cristalloterapia e molto altro ancora. 

Alle 19.00 è proseguita con l’inaugurazione della mostra di fotografie storiche “Ricordi di vita lenese” a cura di Marazzi, Morandi e Rizzi, alle ore 20.00 si proseguirà con l’inaugurazione della Mostra Longobarda a cura di In Illo Tempore. La serata è stata animata dallo spettacolo teatrale “Delitto a Villa Roung” della casse delle medie dell’Associazione teatrale Cara…mella.

Sabato 9 luglio la giornata si è aperta con la mostra “E…state in Villa” a cura del Gruppo Fotografico Lenese. Alle 21:30 debutto dell’Orchestra Bassa Bresciana Insieme (O.B.B.I.) diretta del Maestro Francesco Andreoli con il concentro “Da “Il cielo in una stanza” a “La cura”: l’amore tra la scuola genovese e Battiato”.

Domenica 10 luglio grande spiedo in Villa a cura del Gruppo Alpini di Leno. E’ seguita poi la presentazione del programma della Libera Università dei Santi Benedetto e Scolastica per proseguire poi alle 18:00 con l’assemblea dei Soci di Fondazione Dominato Leonense.

Durante l’assemblea sono state illustrate le principali attività realizzate nello scorso anno e l’avanzamento dei lavori del Fondo Luisito Bianchi e di Casa Doreàn a Vescovato. Spazio anche agli aggiornamenti dell’importante progetto di archeometallurgia con l’illustrazione dei dati e dei risultati relativi allo studio dello Scramasax di Radoni che ha portato a una pubblicazione a carattere internazionale. Una breve presentazione del dolce di Re Desiderio ha preceduto l’illustrazione della ricostruzione virtuale in 3D delle chiese abbaziali del monastero di San Benedetto Ad Leones.

Alle ore 21:00 il Corpo Musicale Lenese “V.Capirola” con il concerto d’estate ha chiuso la Fiera.

La Fiera di San Benedetto è organizzata da Fondazione Dominato Leonense con la collaborazione di Cassa Padana, Gruppo Fotografico Lenese, Corpo Musicale Lenese “V. Capirola”, Associazione Nazionale Alpini Sezione di Leno, In Illo Tempore, OBBI e ProLoco di Leno, con il sostegno di Cobo Group Spa, Arcoba srl, Filippo Fiorini, L’Ocanda, Studio Bozzi, Agrifutur e con il patrocinio del Comune di Leno.

Note sull'autore

[td_block_social_counter facebook="popolisweb" custom_title="Seguici" style=""]

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: