martedì 16 Aprile 2024

Ti PortiAMO Noi! Un nuovo mezzo per l’associazione MEDeA

Casalmaggiore, Cremona – Il nuovo automezzo di MEDeA per il trasporto dei pazienti nel casalasco è targato because di Cassa Padana.

Giovedì 7 marzo presso il Reparto Day Hospital Oncologico dell’Ospedale Oglio Po è stato presentato il nuovo automezzo di MEDeA, acquistato grazie ad una raccolta fondi promossa nel corso del 2023 tramite un progetto di Community Funding sostenuto da Cassa Padana BCC e da Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo.

La cerimonia di presentazione del nuovo mezzo
La cerimonia di presentazione del nuovo mezzo

Presenti alla cerimonia sia la Direzione Generale dell’ASST di Cremona che esponenti aziendali di Cassa Padana BCC, istituto bancario in prima fila tra i sostenitori dell’ente che opera da vent’anni a favore dei pazienti oncologici e della ricerca clinica.

‘because’ è il nome dato ad uno strumento di raccolta fondi per dare una risposta fattiva e
concreta ai territori in cui la banca di credito cooperativo opera.

‘Ti PortiAMO Noi’ è il titolo del progetto che i volontari di ‘Medicina e Arte OdV’ – questo il nome esteso del sodalizio cremonese – hanno presentato per sostenere l’acquisto di un veicolo che gli consentisse di avviare anche in territorio casalasco quanto sperimentato già a partire dal 2009 su Cremona, e cioè l’avere a disposizione un automezzo per il trasporto dei malati verso le sedute di chemioterapia in ospedale.

Eccoli qui il nuovo mezzo di trasporto di MEDeA
Eccolo qui il nuovo mezzo di trasporto di MEDeA

Prendersi cura dei malati oncologici, e dei loro caregiver, è una missione per i volontari di
MEDeA che abbracciano un servizio di accompagnamento svolto da volontari ‘formati’.

Persone che non solo offrono un passaggio verso la cura, ma che sostengono i pazienti con l’ascolto, con piccoli gesti di aiuto, con sguardi di conforto, sempre con il rispetto verso chi quel viaggio lo sta facendo in prima persona.

La cerimonia di presentazione del nuovo mezzo
La cerimonia di presentazione del nuovo mezzo

Tutti noi abbiamo avuto un famigliare, un amico, un collega che ci ricorda quanto possano essere crudeli le terapie oncologiche, fatte di ore di permanenza in Day Hospital, costruite attorno ad un percorso non sempre certo, dove a volte i risultati non sono quelli aspettati.

È lì che la presenza di volti amici – quando hai finito la terapia, dopo che hai parlato con i medici, ma ancor prima che il tuo sguardo incroci quello dei tuoi famigliari – attende i malati e li riaccompagna a casa. Ogni volta che serve. Garantendo continuità nel servizio, ogni giorno, gratuitamente.

Ora, grazie a ‘Ti PortiAMO Noi’ tantissimi sostenitori hanno potuto non solo dare un proprio
personale contributo a MEDeA, fondamentale per raggiungere il traguardo dell’acquisto del nuovo automezzo, ma anche arricchire la bacheca del progetto con messaggi di speranza a
dimostrazione di come la cooperazione sia motore di sviluppo per le comunità locali.

MEDeA OdV, associazione di volontariato con circa 300 iscritti, nasce formalmente nel 2004 a partire dal gruppo di sostenitori dell’Oncologia di Cremona, presente già dal 2003 presso l’ASST cremonese, fatto da un insieme eterogeneo di pazienti oncologici, di loro famigliari, ma anche di medici ed infermieri dell’Unità di Oncologia.

MEDeA, acronimo di Medicina e Arte, nasce perché nel 2003 l’Ospedale di Cremona per la prima volta si dota di un DH Oncologico e, grazie ad un primo gruppo di sostegno, si crea un forte legame con il territorio attraverso donazioni di quadri pregevoli da parte di artisti cremonesi, che varcano la soglia del DH per far sentire la propria vicinanza ai pazienti oncologici.

Nel corso degli anni, le attività dell’associazione puntano sempre più ad alleviare ai pazienti, per quanto possibile, la fatica di un iter terapeutico già di per sé tormentato. Arrivano così un salotto di ristoro in DH e in degenza. Un mezzo di trasporto gratuito con autisti volontari, per arrivare da casa all’Ospedale per le cure, senza gravare sempre sui famigliari. Televisori in camera e una biblioteca a disposizione, per trascorrere il tempo delle cure. Piccoli ausili indispensabili per il trasporto delle terapie o delle pompe infusive. Gesticode in DH per semplificare il percorso. Poltrone per le sedute di terapia più comode. E tanto altro ancora.

MEDeA punta anche sulla ricerca e per questo attrezza un’area dedicata alla ‘Ricerca
clinica in campo oncologico’ a Cremona, e negli anni continua a sostenere borse di studio per data-manager, infermieri e medici di ricerca.

Il sostegno di MEDeA è anche fuori dalle mura ospedaliere, sia nella gestione di minialloggi del Comune di Cremona per ospitare gratuitamente pazienti e loro famigliari che giungono a Cremona per cure oncologiche, che nella messa a disposizione di una struttura, Casa MEDeA, per ospitare pazienti e sostenitori e per attività demedicalizzare di supporto alla terapia, come corsi di ginnastica leggera, di yoga, di ortoterapia, di prevenzione e di nutrizione in campo oncologico.

La collaborazione tra Cassa Padana e MEDeA si basa su una lunga storicità di rapporto. Già anni fa il nostro istituto, coinvolgendo e facendo rete con un’azienda produttiva ed una società sportiva locale, ha sostenuto la realizzazione dell’allestimento e arredamento di un ambiente di particolare comfort all’interno del reparto D.H. Oncologico dell’Ospedale Civile di Cremona destinato ai pazienti sottoposti alle terapie chemioterapiche.

Alla manifestazione di giovedì hanno presenziato il nuovo Direttore Generale dell’ASST Cremona Ezio Belleri, il presidente di MEDea Odv Rodolfo Passalacqua con il vicepresidente Maurizio Lanfranchi, il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni ed i rappresentanti di enti ed aziende sostenitori del progetto insieme a Cassa Padana ed alla Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona. Il mezzo è stato benedetto dal parroco di Casalmaggiore.

Note sull'autore

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: