venerdì 23 Febbraio 2024

ASD Interflumina: impegno, professionalità, preparazione

Casalmaggiore, Cremona. Lo sport è per l’associazione sportiva ASD Atletica Interflumina molto più che un semplice gesto atletico, sin dall’inizio della sua attività sul territorio promuove lo sviluppo del volontariato nello sport come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo per il conseguimento di quelle finalità di carattere sociale proprie di chi vuole operare per il bene comune. Ponendo lo sport e l’atletica come mezzo di aggregazione giovanile, per assicurare ai giovani principalmente una formazione educativa complementare alla formazione sportiva, per tutti.

È in questa linea che si inserisce il corso di formazione dal titolo “Sport, Socialità, Apprendimento ed Accoglienza del Comprensorio Oglio Po”, con programma dal 6 al 22 settembre che vede in “cattedra” docenti e preparatori di alto livello al fine di poter includere nei quadri dell’associazione nuovi giovani motivati, appassionati, preparati. Da segnalare la presenza al corso di Giuliano Grandi responsabile del Centro Studi della FIDAL. Con Lui si rifletterà sulla possibilità di allargare la conoscenza del Movimento Paralimpico alle ASD della FIDAL italiana.

Un programma che il suo alto contenuto educativo e di rilevanza sociale sul territorio ha ottenuto il contributo del Bando di Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona.

Educare nello sport è da sempre la mission principale dell’associazione ASD Interflumina, fondata nel 1975, e dal 1985 il “Campo Scuola di Atletica Leggera” del Centro Sportivo Comunale Baslenga di Casalmaggiore, rappresenta  il più importante e vissuto luogo di incontro sportivo Educativo-Giovanile dell’intero Comprensorio Oglio Po. Ospita un fitto programma nelle discipline di atletica leggera, della corsa orientamento e degli sport paralimpici. Inoltre organizza manifestazioni, gare, convegni, corsi di formazione ed ogni altra attività che contribuisca allo sviluppo ed alla diffusione dell’atletica.

Tra le attività spicca l’impegno nel settore degli sport paralimpici, era il 1987 quando l’Interflumina si affiliava alla FISHa (Federazione Italiana Sport Handicappati) oggi divenuto CIP (Comitato Italiano Paralimpico) e riconosciuto in tutto il Mondo come movimento che ha portato le persone ad uscire dal pregiudizio della cultura della disabilità a quella della integrazione ed inclusione per giungere alla cultura delle abilità. Di questo sono ben coscienti i dirigenti, allenatori e volontari di Interflumina.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.
[td_block_social_counter facebook="popolisweb" custom_title="Seguici" style=""]

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: